24 aprile 2019
Aggiornato 04:00
Cronaca

Pluripregiudicata 18enne arrestata: rubava dall’età di 11 anni

L’italo-serba dovrà scontare più di 6 anni di carcere per una serie di reati compiti dal 2001 a oggi anche a Trieste, Udine, Monfalcone e Pordenone
Pluripregiudicata 18enne arrestata: rubava dall’età di 11 anni
Pluripregiudicata 18enne arrestata: rubava dall’età di 11 anni Shutterstock

TRIESTE - Nei giorni scorsi la squadra mobile giuliana, a seguito di un provvedimento di esecuzione pena, emesso dalla Procura della Repubblica per i Minorenni di Trieste, ha tratto in arresto in provincia di Viterbo, una donna, classe 1990, con cittadinanza italiana e serba, destinataria di una serie di sentenze di condanna per vari reati commessi dal 2001 a oggi.

LA PENA - L’arrestata, pluripregiudicata, dovrà scontare più di 6 anni di carcere per i reati di furto, di false attestazioni sulla propria identità, di possesso ingiustificato di chiavi alterate o di grimaldelli e di porto di armi od oggetti atti a offendere; i reati sono stati commessi a Trieste, nonché in altri centri quali Monfalcone, Roma, Latina, Sanremo, Firenze e Pescara.

RUBAVA DA QUANDO AVEVA 11 ANNI - La giovane, nel 2001, all’età di 11 anni si era già resa responsabile di furto aggravato all’interno di due diversi esercizi commerciali nelle zone di Latina e di Roma. Nel 2002, ancora non imputabile, ha commesso anche un furto all’interno di un’abitazione del comune di Sanremo, in provincia di Imperia.

UN CURRICULUM LUNGO - Risultata registrata con vari alias, è stata condannata più volte dal Tribunale dei Minori di Roma per alcuni furti in appartamento commessi nella capitale dal 2001 al 2004, nonché per falsa attestazione sulla propria identità. Nel 2003 e nel 2004, la giovane, si era resa responsabile di reati contro il patrimonio e altro anche in Fvg e più precisamente nei comuni di Trieste, Udine e Pordenone. Nel 2004, appena quattordicenne, veniva arrestata in flagranza di reato per furto in abitazione dalla Squadra Volanti di Firenze. Nel corso del 2007 è stata denunciata anche nelle province di Pisa, Pescara e Roma per la stessa tipologia di reati e nel 2008 tratta nuovamente in arresto a Roma, poiché colta nella flagranza mentre rubava all’interno di un appartamento. Il provvedimento restrittivo è stato emesso in ragione del cumulo delle condanne inflitte. La giovane è stata rintracciata dagli uomini della Mobile di Trieste e dai colleghi di Viterbo poco prima di sostenere gli esami per la patente di guida. Ultimate le incombenze di rito è stata ristretta nel carcere di Civitavecchia.