12 dicembre 2018
Aggiornato 16:00

Manovra, Rosato: «Rifinanziare le associazioni di Esuli e il Giorno del Ricordo»

Il vicepresidente della Camera ha presentato un emendamento assieme ai colleghi Debora Serracchiani, Lia Quartapelle e Piero Fassino
Manovra, Rosato: «Rifinanziare le associazioni di Esuli e il Giorno del Ricordo»
Manovra, Rosato: «Rifinanziare le associazioni di Esuli e il Giorno del Ricordo» (Rosato)

TRIESTE - «Nel disegno di legge di Stabilità arrivato alla Camera mancano le risorse per la nostra comunità degli Esuli, quelle per la minoranza italiana in Slovenia e Croazia, e sono ridotte al minimo quelle per il Giorno del Ricordo. Il Pd chiede che in Parlamento si rimedia a questa stupefacente dimenticanza». Lo afferma il vicepresidente della Camera Ettore Rosato (Pd), illustrando l'emendamento alla legge di Stabilità depositato, assieme ai colleghi Debora Serracchiani, Lia Quartapelle e Piero Fassino, per rifinanziare «misure coerenti con gli obblighi della Repubblica verso gli Esuli istrodalmati e i connazionali rimasti nelle terre ora in Slovenia e Croazia dopo il secondo conflitto mondiale. Intendiamo inoltre assicurare un adeguato contributo all'IRCI e alla Società di studi fiumani di Roma»

«All'indomani dell'allarme lanciato dalle associazioni – spiega Rosato - tanti parlamentari di maggioranza si sono impegnati a favorire l'approvazione di emendamenti che ripristinassero i finanziamenti. Questo è il momento per trasformare le dichiarazioni di principio in fatti concreti, e che quindi ci sia un corale sostegno alle nostre proposte, che sono in linea con quanto abbiamo fatto negli anni precedenti»

«Vorremmo finisse una volta per tutte la strumentalizzazione ideologica – aggiunge Rosato - sulla pelle di chi ha patito l'Esodo e le Foibe e di chi, portatore di lingua e cultura italiana, vive sull'altra sponda dell'Adriatico. Diamoci il compito di non far venir meno dal 2019 il sostegno dell'Italia a queste associazioni e – conclude - alle nostre comunità d'oltre confine»