4 agosto 2020
Aggiornato 21:30
Trieste

Scappa di casa: la Polizia lo nota in stazione

Gli agenti si sono avvicinati al ragazzo venendo a scoprire che se n'era andato di casa per un banale litigio
Scappa di casa: la Polizia lo nota in stazione
Scappa di casa: la Polizia lo nota in stazione Polizia di Stato

TRIESTE - E’ sempre alta e costante l’attenzione degli operatori della Polizia Ferroviaria di Trieste, impegnati nel servizio di vigilanza e controllo della stazione Centrale di Trieste.

Nella serata di mercoledì due agenti hanno notato un ragazzino che si aggirava nei locali della stazione. Considerata la sua giovanissima età e appurato che effettivamente era da solo, lo hanno prontamente avvicinato. In un primo momento il minore ha affermato che stava attendendo un amico, poi, sollecitato opportunamente e con delicatezza dagli operatori, ha ammesso di essersi allontanato dalla residenza familiare a seguito di un banale litigio con il padre, il quale gli aveva tolto la disponibilità del telefono cellulare.

Avuta nel contempo dal Centro operativo compartimentale la conferma che la famiglia ne aveva appena denunciato la scomparsa da casa, gli agenti hanno preso contatto con il padre, che immediatamente è giunto negli uffici del Reparto operativo di Trieste Centrale riabbracciando il figlio. Grazie al tempestivo e puntuale intervento degli operatori della Polizia Ferroviaria, la vicenda si è così risolta rapidamente e con un lieto fine.