19 aprile 2019
Aggiornato 08:30
Cronaca

La polizia ha identificato 130 persone: fermati 9 stranieri irregolari

Complessivamente, sono stati impiegati 78 operatori della polizia ferroviaria, controllate 22 stazioni ferroviarie e 67 treni
La polizia ha identificato 130 persone: fermati 9 stranieri irregolari
La polizia ha identificato 130 persone: fermati 9 stranieri irregolari Polizia di Stato

FVG - Nell’ambito della collaborazione internazionale di polizia, il network di polizie ferroviarie europee Railpol, ha promosso e organizzato, nei giorni scorsi, una nuova azione comune, la 16^, denominata ‘24 blue’, durante la quale i paesi aderenti all’iniziativa hanno effettuato servizi di carattere preventivo e repressivo contro i fenomeni criminosi maggiormente diffusi in ambito ferroviario.

CONTROLLI - Particolare attenzione è stata riposta agli attraversamenti dei binari, ai danneggiamenti di segnaletica ferroviaria, apparecchiature di segnalazione e attrezzatura informative per i viaggiatori, ai danneggiamenti delle carrozze, alla salita e discesa da convogli in movimento, alla possibile apertura delle porte prima dell’arresto del treno, nonché a tutte quelle  attività illegali che mettono a repentaglio l’esercizio ferroviario o la sicurezza dei trasporti; al controllo dei dispositivi di sicurezza ai passaggi a livello, o a punti fortemente critici come ponti e tunnel.

VERIFICHE - Tenuto conto, inoltre, che recentemente sono stati segnalati alcuni casi di superamento della ‘linea gialla’, che garantisce la sicurezza dei viaggiatori in attesa dei convogli in arrivo o transito nelle stazioni, e la purtroppo diffusa pericolosissima pratica di scattare ‘selfie’ in concomitanza al passaggio dei treni, la polizia ferroviaria del Friuli Venezia Giulia ha voluto porre specifica attenzione proprio a questo genere di problematiche, ottenendo ottimi risultati e al contempo facendo opera di prevenzione e informazione al pubblico in transito. Complessivamente, sono stati impiegati 78 operatori della polizia ferroviaria, che hanno identificato 130 persone, 9 delle quali erano stranieri in posizione irregolare, controllate 22 stazioni ferroviarie e 67 treni. sono stati inoltre ispezionati 2 depositi di rame, senza, tuttavia, riscontrare anormalità.