12 dicembre 2018
Aggiornato 15:00

Famulari (Pd) presenta una mozione urgente per i lavoratori della cartiera Burgo

“Bene Dipiazza che ha fatto proprio nostro documento”, ha detto la segretaria provinciale dem
Famulari (Pd) presenta una mozione urgente per i lavoratori della cartiera Burgo
Famulari (Pd) presenta una mozione urgente per i lavoratori della cartiera Burgo (Pd)

TRIESTE - Una mozione urgente in difesa dei posti di lavoro alla Cartiera Burgo di Duino è stata presentata in Consiglio comunale dalla segretaria provinciale del Pd di Trieste Laura Famulari. Il documento, che è stato accolto e fatto proprio dal sindaco Roberto Dipiazza, invita l'esecutivo cittadino a «esprimere al Presidente della Regione e alla Giunta regionale la viva preoccupazione della città per la possibile imminente perdita di innumerevoli posti di lavoro in uno stabilimento storico che potrebbe essere destinato al declino, qualora non si individuino alternative industriali praticabili». I democratici chiedono inoltre che «sia rappresentata alla Regione la necessità che tutti i soggetti interessati si adoperino affinché nel tempo residuo sia individuato un percorso utile a mantenere in essere le prospettive di riconversione, inclusa la richiesta di una convocazione di un tavolo al Ministero dello Sviluppo economico».

«Non possiamo rassegnarci allo smantellamento di una realtà industriale del territorio - ha spiegato Famulari - e alla perdita di posti di lavoro. L'azienda deve sentire il fiato sul collo di tutte le istituzioni e di tutte le forze politiche, perciò apprezziamo la decisione del sindaco Dipiazza, che ha fatto proprio il nostro documento rappresentando al massimo livello della città la solidarietà con i lavoratori della Burgo e la volontà di non tradire la vocazione manifatturiera del territorio». L'atto del Partito democratico avviene in vista del prossimo 30 novembre, quando si terrà un incontro presso la Regione Friuli Venezia Giulia con azienda e sindacati dedicato all'esame del piano di riconversione del gruppo Burgo.