12 dicembre 2018
Aggiornato 15:00

I carabinieri fermano una coppia: lui arrestato per spaccio lei denunciata per porto abusivo di armi

Nei loro zaini trovati dei coltelli, lui inoltre è stato trovato con un ingente quantitativo di psicofarmaci, con ogni probabilità destinati allo spaccio
I carabinieri fermano una coppia: lui arrestato per spaccio lei denunciata per porto abusivo di armi
I carabinieri fermano una coppia: lui arrestato per spaccio lei denunciata per porto abusivo di armi (Carabinieri)

GORIZIA - Nell’ambito dei servizi preventivi, finalizzati alla prevenzione e repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti, predisposti dal comando compagnia dei carabinieri di Gorizia, i militari del nucleo operativo e radiomobile, lo scorso 27 novembre, hanno tratto in arresto un cittadino sloveno, P.D. le sue iniziali, un 39enne di Nova Gorica. Gli uomini dell’Arma hanno inoltre denunciato la sua compagna, P.A. 24enne originaria dello stesso centro.

IL CONTROLLO - I militari, in servizio perlustrativo, hanno notato, in via del San Gabriele, la coppia che a passo svelto si dirigeva verso il valico confinario di San Gabriele. Alla vista dei militari, i due hanno cominciato a correre cercando di guadagnare il confine di stato, con il chiaro intento di sottrarsi a un controllo. La circostanza non è sfuggita ai carabinieri che, con l’autovettura di servizio hanno raggiunto i due sospetti prima del confine, procedendo alla loro identificazione. Nel corso delle prime attività di controllo, i due soggetti hanno mostrato segni di chiaro nervosismo tanto da indurre i militi a procedere a una prima ispezione dello zaino che l’uomo portava al seguito, al cui interno sono state rinvenute alcune confezioni di farmaci. Accompagnati agli uffici del comando provinciale, poi, i due sospetti sono stati sottoposti a una perquisizione personale, a seguito della quale è emerso che all’interno dello zaino erano occultate numerose confezioni – almeno una decina – di psicofarmaci (benzodiazepine), per un totale di 206 pastiglie. All’interno dello stesso zaino, inoltre, c’era anche un coltello di circa 20 centimetri.

L’ARRESTO - A termine degli accertamenti, in virtù dell’ingente quantitativo di pastiglie rinvenuto, l’uomo è stato tratto in arresto per detenzione, finalizzata allo spaccio, di sostanze stupefacenti e porto abusivo di armi da taglio, mentre la compagna è stata denunciata in stato di libertà per porto di oggetti atti a offendere, in quanto anche lei nascondeva un coltello a serramanico della lunghezza di circa 19 centimetri. Dell’arresto è stato informato il Pubblico Ministero della Procura della Repubblica di Gorizia, Andrea Maltomini, che ne ha disposto la traduzione al carcere di Gorizia in attesa dell’udienza di convalida da parte del giudice per le indagini preliminari. Quanto rinvenuto nel corso della perquisizione è stato invece sottoposto a sequestro.