9 dicembre 2018
Aggiornato 20:30

Autovie Venete: le nuove nomine slittano ad aprile 2019

L'attuale Consiglio resta in carica fino alla prossima primavera. Necessario un ulteriore periodo di riflessione
Autovie Venete: le nuove nomine slittano ad aprile 2019
Autovie Venete: le nuove nomine slittano ad aprile 2019 (Autovie)

TRIESTE - Assemblea lampo, venerdì 7 dicembre, per Autovie Venete, un’assise convocata a Trieste, in prosecuzione di quella che si era svolta il 6 novembre e aggiornata perché non erano stati affrontati tutti i punti all’ordine del giorno. Al voto dell’assemblea, presieduta da Maurizio Castagna, la determinazione del numero dei componenti del Consiglio di Amministrazione, la loro nomina e la durata dell’incarico, la nomina del presidente del Consiglio di Amministrazione, nonché dei componenti del Collegio sindacale per gli esercizi 2018/2019; 2019/20120; 2020/2021.

Aperta alle ore 11, con il 79,44% del capitale sociale (erano presenti Generali Italia, Friulia Spa e Regione Veneto) l’assemblea, su proposta di Friulia, non ha proceduto al rinnovo mantenendo così, di fatto, in capo all’attuale CdA il mandato conferito a suo tempo. Friulia ha fatto presente all'assemblea come il socio di maggioranza abbia ancora necessità di un ulteriore periodo di riflessione al fine di completare le valutazioni di competenza per il rinnovo delle cariche sociali.

Un tanto, anche in ragione della complessità gestionale e operativa che caratterizza la Società, coinvolta nella delicata fase di trasferimento della concessione al nuovo soggetto subentrante e nelle more, altresì, di meglio comprendere quale sarà lo scenario definitivo di riferimento. Sulla base di questa premessa, Friulia ha quindi proposto di rinviare la trattazione di tutti gli argomenti all'ordine del giorno ad una nuova assemblea da convocarsi a cura del Consiglio di Amministrazione nel mese di aprile 2019. Proposta approvata all’unanimità.