20 maggio 2019
Aggiornato 19:30
Trasporti

Rivoluzione biglietti e abbonamenti: a Trieste dal 1° gennaio in vigore le nuove tariffe

Tante novità nel mondo dei trasporti triestino: cambiano i prezzi dei biglietti e degli abbonamenti. Ecco cosa fare con i titoli di viaggio acquistati nel 2018

TRIESTE - Se non è una rivoluzione, poco ci manca: grandi novità nel mondo del trasporti triestino: dal 1°gennaio 2019 entrano in vigore le nuove tariffe del trasporto pubblico locale, cambiano i prezzi dei biglietti e degli abbonamenti.

I nuovi prezzi degli abbonamenti e dei biglietti

La decisione arriva dalla Giunta regionale con la delibera numero 2453 dello scorso 21 dicembre. L’adeguamento dei prezzi, ancorato al tasso medio di inflazione, riguarda tutti i titoli di viaggio (sia biglietti che abbonamenti) con l’eccezione del biglietto pluricorse, il cui costo rimane invariato. Per i biglietti di corsa semplice (60 minuti) la tariffa passa da 1,25 a 1,30 euro, per quello giornaliero da 4,35 a 4,50 euro. Gli abbonamenti quindicinali aumentano di 30 centesimi, quelli mensili di 50 centesimi, quelli annuali di 5 euro (ovvero 10 volte il costo dell’abbonamento mensile). Le modifiche riguardano anche le tariffe dei biglietti acquistati da dispositivi mobili. Per quelli acquistati con carta di credito attraverso la app di Trieste Trasporti l’adeguamento scatterà dai primi giorni dell’anno, mentre per i biglietti acquistati con credito telefonico (via app o via SMS) bisognerà attendere qualche settimana, per dare modo agli operatori telefonici di recepire le variazioni: fino a quel momento, e solo per i biglietti acquistati con credito telefonico, rimarranno in vigore i prezzi del 2018. È opportuno ricordare che ai biglietti acquistati con SMS può essere applicato un sovraprezzo se previsto dal piano tariffario di telefonia.

Abbonamenti e altri cambiamenti

Tutti i tipi di abbonamento, compresi quelli annuali, si possono acquistare dallo scorso anno anche presso le oltre 150 rivendite informatizzate presenti sul territorio: non è più necessario, pertanto, recarsi presso la biglietteria aziendale di via dei Lavoratori. Gli abbonamenti possono inoltre essere acquistati online, dal sito di webticketing di Trieste Trasporti, con uno sconto del 5 per cento. Il costo degli abbonamenti acquistati nel 2018 potrà essere detratto dalla prossima dichiarazione dei redditi: la detrazione è pari al 19% dei costi sostenuti fino a un importo massimo di 250 euro. A titolo di esempio, su un abbonamento annuale per l’intera rete a Trieste si potranno detrarre 47,5 euro. Viene infine modificato dal primo gennaio anche il costo dei biglietti del servizio marittimo Trieste-Muggia e di quello estivo Trieste-Sistiana, mentre restano invariate la tariffe degli abbonamenti.

Validità e sostituzione dei vecchi biglietti acquistati nel 2018

I biglietti acquistati nel 2018 (serie 18A) potranno essere utilizzati per tutto il 2019 e non saranno sostituiti. Dal primo gennaio invece non saranno più validi né sostituibili i biglietti della serie 17A. Gli abbonamenti quindicinali e mensili scadono il 31 dicembre 2018: quelli che non sono stati utilizzati potranno essere sostituiti entro il 30 giugno 2019 presso la biglietteria aziendale di via dei Lavoratori 2. Entro la stessa data dovranno essere sostituiti anche i biglietti del servizio marittimo non utilizzati entro il 31 dicembre 2018. Tutte le sostituzioni avverranno previo pagamento della differenza di prezzo.