20 maggio 2019
Aggiornato 19:00
Regioni

Shaurli: «Da Fedriga autocompiacimento ma nessun progetto»

Per il segretario del Partito Democratico del Friuli Venezia Giulia la giunta regionale continua a navigare a vista senza una visione strategica
Cristiano Shaurli
Cristiano Shaurli

TRIESTE «Un'ora di monologo alla maniera di Di Maio, una bella dose di autocompiacimento, nessun vero progetto per il futuro: la nostra regione continua a navigare a vista». Così il segretario del Pd Fvg Cristiano Shaurli formula in sintesi il suo giudizio sulla conferenza stampa di fine anno tenuta dal presidente del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga.

Per Shaurli «alla fine dell'anno non si tirano solo le somme, sia pur di riforme abbozzate e scelte mancate, ma si indica anche la direzione e gli obiettivi. E qui continua a esserci la nebbia, con la speranza di crescita ancora affidata ad un minimale taglio dell'Irap o a misure puntualissime senza alcuna visione strategica».

«Accanto ai suoi assessori esterni tutti tenuti in silenzio, Fedriga ha replicato su scala regionale – continua Shaurli - modi e temi propri del Governo nazionale, dalla sicurezza alla famiglia tradizionale. Non un pensiero alle relazioni internazionali, di cui mantiene la delega e su cui il nostro territorio dovrebbe continuare a puntare. Scomparsi i temi dell'autonomia e trattato con superficialità il problema dell'economia che rallenta e – conclude - delle tasse che crescono».