20 gennaio 2019
Aggiornato 14:00
Capodanno

Capodanno a Trieste, istruzioni per l'uso: tutto quello che c'è da sapere sulla festa in piazza

Per festeggiare la fine del 2018 e l'inizio del 2019 previsto uno spettacolo musicale per tutti i gusti e le età: tra ordinanze anti botti e anti vetro, ecco cosa c'è da sapere
Capodanno a Trieste, istruzioni per l'uso: tutto quello che c'è da sapere sulla festa in piazza
Capodanno a Trieste, istruzioni per l'uso: tutto quello che c'è da sapere sulla festa in piazza Comune di Trieste

TRIESTE - «Il Capodanno triestino 2019 sarà uno spettacolo «aperto», pensato per tutti, cittadini e turisti, giovanissimi e meno giovani, dove, dal punto di vista musicale, l'alternanza fra band e dj garantirà la compresenza dei più variegati generi artistici». Così si è espresso, nel corso della conferenza stampa tenuta stamane in Municipio, Fabio Sparago titolare della «Tecnomedia», società curatrice della grande festa che il Comune di Trieste sta predisponendo per accogliere, nel tradizionale sito di piazza dell'Unità, l'arrivo del nuovo anno. Una festa – è stato ricordato – alla quale tutti potranno partecipare, come sempre, a titolo assolutamente gratuito, e ciò anche grazie al contributo della Fondazione CRTrieste, e che inizierà alle ore 22.30 di lunedì 31 dicembre per concludersi all'1.30 circa del 1° gennaio dell'anno entrante. 



Botti e fuochi, parla il sindaco 

Il Sindaco Dipiazza, ringraziando il precedente Assessore Bucci e i suoi uffici per il lavoro finora svolto, anche per la preparazione di questo nuova festa di Fine Anno, ha sottolineato come anche quest'anno la nostra Piazza dell'Unità sarà vestita a festa nel migliore dei modi e saprà offrire uno spettacolo davvero per tutti e all'altezza della nostra Città e delle aspettative dei cittadini e dei molti turisti presenti. Lo stesso Sindaco ha quindi evidenziato i principali aspetti della Festa e della complessa organizzazione che sta alla base di questo avvenimento ma anche dell'insieme di questa speciale giornata dell'anno: a cominciare dal 'tema' dei cosiddetti botti per il quale, pur mantenendo il divieto generale di accendere e far scoppiare petardi o simili, onde rispettare il diritto al riposo e alla quiete delle persone ma anche per salvaguardare gli animali dallo stress o dai pericoli che ne possono derivare, viene tuttavia derogato, in considerazione delle sussistenti tradizioni in tal senso, all'accensione di materiale pirotecnico, che sarà consentita su tutto il territorio comunale ma limitatamente al periodo tra le ore 21 del 31 dicembre e le ore 2 del 1° gennaio, con l'esclusione dell'area del Concerto (Piazza Unità e aree limitrofe) e comunque escludendo in ogni caso lo sparo di petardi e simili per i quali permane ovunque il divieto.


Varchi e accesso a piazza Unità d'Italia

Dipiazza ha anche ricordato come i varchi per l'accesso al grande spettacolo di piazza Unità saranno quattro (via dell’Orologio, Passo Fratelli Fonda Savio e due varchi sulle Rive antistanti la piazza, lato Palazzo della Regione e lato Prefettura), invitando peraltro tutti a non attendere l'ultimo momento ma a affluire un po' prima dell'inizio, fissato come detto per le 22.30, onde evitare inutili calche.  Accennando infine ai vari e necessari provvedimenti di viabilità (vedi le Ordinanze emanate sia dal Comune che dall'Autorità Portuale per le aree più prossime al mare di sua competenza), nonché alla consueta ordinanza sindacale «antivetro», per la più sicura somministrazione e vendita di bevande da parte degli esercizi pubblici, il Sindaco Dipiazza non ha mancato di sottolineare come anche quest'anno non mancherà, allo scoccare della Mezzanotte, un adeguato spettacolo pirotecnico, che sarà effettuato dalla tradizionale «base di lancio» del Molo Audace, e che sarà peraltro stavolta opportunamente «affiancato» da uno speciale accompagnamento musicale, dal palco di piazza Unità.
Ancora il Sindaco ha voluto annunciare a tutti, con l'occasione, che il Gran Concerto di Capodanno che avrà luogo al Teatro «Verdi», con inizio alle ore 18 del 1° gennaio, sarà trasmesso in diretta dall'emittente cittadina Tele Quattro (che inizierà il servizio già alle ore 17.30, con un'anteprima in onda appunto dal Teatro).



Viabilità e aree portuali

Dopo il Sindaco, altri aspetti della manifestazione e delle Ordinanze emesse per l'occasione sono stati illustrati dal direttore dell'Area Sviluppo Economico e Turismo del Comune Lorenzo Bandelli. Sono stati ricordati in particolare, per quanto concerne la viabilità, il divieto di transito dalle ore 20 del 31 dicembre alle ore 2 del 1° gennaio per tutti i veicoli sulle Rive in entrambi i sensi di marcia nel tratto tra piazza Tommaseo e via Mercato Vecchio nonché per tutti i mezzi di portata superiore a 7,5 tonnellate sempre sull’asse delle Rive e in ambo i sensi di marcia, ma nel più ampio tratto tra piazza della Libertà e via Ottaviano Augusto; e ancora il divieto di transito pedonale su piazza dell'Unità dalle ore ore 20 e fino al completo sgombero della piazza, per la sua «bonifica» da parte delle Forze dell’ordine, con successiva possibilità di ingresso, dall’ultimazione delle operazioni, solo dai varchi di via dell’Orologio, Passo Fonda Savio e sulle Rive in corrispondenza di Riva del Mandracchio e Riva Caduti per l’Italianità. Per quanto riguarda le aree portuali (vedi Ordinanza Porto di Trieste) il divieto di accesso, transito, fermata e sosta veicolare con rimozione nelle aree demaniali marittime di Riva III Novembre, Riva del Mandracchio (dal varco presso la Capitaneria alla Scala Reale e nel tratto successivo fino all’altezza di via Mercato Vecchio) e radice del Molo Audace, dalle ore 8 del 31 dicembre alle ore 8 del 1° gennaio, nonché, nella stessa zona, anche il divieto di transito pedonale dalle ore 20 del 31 dicembre alle ore 2 del 1° gennaio; e inoltre il divieto di transito pedonale sulla metà del Molo Audace verso la cima dalle ore 6 del 31 dicembre per le operazioni di allestimento connesse allo spettacolo pirotecnico e su tutto il Molo dalle ore 20 fino alle ore 2 per l'esecuzione dello stesso spettacolo.

Alcolici e vetro

Per quanto concerne le misure in materia di somministrazione e vendita di bevande, l'Ordinanza «antivetro» dispone dalle ore 20 del 31 dicembre alle 2 del 1° gennaio: per gli esercizi pubblici presenti nell’area interessata dall'evento (Caffè degli Specchi, Duchi d'Aosta, Icolari, Mandracchio, Pep's) l'assoluto divieto di vendere per asporto bevande di qualsiasi tipo se non in appositi contenitori di plastica o carta, preventivamente aperti; è consentita ai soli esercenti dei pubblici esercizi Caffè degli Specchi e Hotel Duchi d'Aosta la somministrazione all’esterno dei rispettivi locali - limitatamente alle aree pubbliche loro concesse con destinazione per posteggio di tavoli e sedie (dehors) – di bevande di qualsiasi tipo anche in bicchieri di vetro; è fatto invece divieto a chiunque di introdurre in Piazza dell'Unità bevande in lattina e contenitori di vetro e comunque di introdurre, somministrare e consumare bevande alcooliche di gradazione superiore a 6 gradi, a esclusione delle aree adibite a dehors autorizzati; è fatto ancora divieto di introdurre nell'area dell'evento qualsiasi oggetto atto a offendere o comunque pericoloso (ombrelli, seggiolini pieghevoli, aste da selfie ecc.).

Lo spettacolo musicale

In relazione allo spettacolo musicale è stato spiegato che sul grande palco coperto, rivolto verso il mare, si esibirà la band Trieste Pop Music Stars, composta da 12 elementi, ricca di una qualificata sezione di fiati e di cori, la quale proporrà un susseguirsi di canzoni e di medley dei più grandi successi di musica leggera italiana e internazionale, dagli anni 70 a oggi, tutti arrangiati in chiave rock, funky e disco. Ma non mancheranno gli accenni a canzoni triestine della nostra tradizione più tipica, che verranno suonate in «versione 2019» e che, oltre a coinvolgere il pubblico locale, daranno una nota di colore in più per i turisti in visita; intanto i due dj di Radio Company, Max B e Leonardo Feltrin, si alterneranno alla band riproducendo anche loro i successi che tutti potranno cantare, dando alle scalette musicali un costante crescendo per emozionare il pubblico. Nessuna interruzione tra i brani suonati e/o riprodotti: un «no stop» dall’inizio alla fine, con un unico attimo «di respiro» a mezzanotte, per gli auguri alla Piazza e per il successivo «via» allo spettacolo pirotecnico che sarà lanciato dal Molo Audace, quest'anno, come detto, con l'accompagnamento di un'adeguata colonna sonora musicale. Nel corso dell'odierna presentazione il neo-assessore comunale al Turismo Francesca De Santis ha dal canto suo esordito ringraziando il Sindaco Dipiazza per la nomina, «onorata – ha detto – di mettermi al servizio di una città bella e gioviale e di entrare a far parte di una Giunta di fatti e non di proclami, nella quale vorrò proseguire il lavoro già iniziato dal mio predecessore, cercando di introdurre tutte le migliorie possibili».