18 febbraio 2019
Aggiornato 13:00
Monfalcone

Cisint: «L’applicazione del decreto Salvini sta dando buoni risultati»

Il sindaco di Monfalcone difende il provvedimento del Ministro dell'Interno: «Nel nostro territorio è stato determinante»
Cisint: «L’applicazione del decreto Salvini sta dando buoni risultati»
Cisint: «L’applicazione del decreto Salvini sta dando buoni risultati» Ufficio Stampa

MONFALCONE - «L’applicazione del decreto Salvini sta dando buoni risultati, è uno strumento fondamentale in materia di sicurezza e immigrazione, necessario per gli amministratori e apprezzato anche dai cittadini». Queste le parole di Anna Cisint, sindaco di Monfalcone. 

Le parole di Cisint

«Nel territorio di Monfalcone - aggiunge il primo cittadino - è stato determinante, in particolare modo negli aspetti relativi all’occupazione abusiva di immobili con l’aggravamento delle pene, agli allontanamenti e ai Daspo, alle misure contro gli accattonaggi molesti. Il rispetto delle regole è un valore che tutela tutti: grazie al decreto Sicurezza introdotto dal ministro Salvini, i sindaci hanno finalmente maggiori strumenti per il controllo e il monitoraggio del proprio territorio e per la sicurezza dei cittadini».

Cosa prevede il decreto Salvini

Tra le novità del decreto voluto dal ministro dell’Interno, viene cancellato il permesso di soggiorno per motivi umanitari, che aveva la durata di due anni e consentiva l'accesso al lavoro, al servizio sanitario nazionale, all'assistenza sociale e all'edilizia residenziale. Previsti il fondo rimpatri e il diniego della protezione internazionale nel caso di condanna definitiva anche per i reati di violenza sessuale, spaccio di droga, rapina ed estorsione. Il decreto dispone la revoca della protezione umanitaria ai profughi che rientrano senza ‘gravi e comprovati motivi’ nel Paese di origine, una volta presentata richiesta di asilo.