23 aprile 2019
Aggiornato 08:00
Ronchi dei Legionari

Aeroporto di Trieste, Save non presenterà nessun’offerta per la privatizzazione dello scalo

La Save di Venezia avrebbe deciso di non presentare offerte per il bando di gara che stabilisce la cessione del 55% del capitale azionario dello scalo di Ronchi dei Legionari
Aeroporto di Trieste, Save non presenterà nessun’offerta per la privatizzazione dello scalo
Aeroporto di Trieste, Save non presenterà nessun’offerta per la privatizzazione dello scalo ANSA

RONCHI DEI LEGIONARI - Niente di fatto. La Save di Venezia avrebbe deciso di non presentare offerte per il bando di gara che stabilisce la cessione del 55% del capitale azionario dello scalo di Ronchi dei Legionari. A rivelarlo è l’Ansa, che cita fonti interne vicine alla società presieduta da Enrico Marchi, che gestisce il sistema aeroportuale veneto.

Il pacchetto della regione vale 70 milioni di euro

Già a giugno del 2018 la Save aveva scelto di non avanzare proposte, una posizione portata avanti e che mischia ancora una volta le carte per il futuro dell’aeroporto di Trieste. Al momento nessuna motivazione è stata resa nota dalla Save, si scopriranno solo a procedura ultimata. Il pacchetto azionario detenuto dalla Regione Friuli Venezia Giulia ha un valore di circa 70 milioni di euro.