18 febbraio 2019
Aggiornato 13:30
TRIESTE

Trieste, il Pd attacca Polidori: «Errore negare urgenza a mozione revoca vicesindaco»

Il Pd triestino chiede la revoca della delega alla sicurezza al vicesindaco Polidori
Trieste, il Pd attacca Polidori: «Errore negare urgenza a mozione revoca vicesindaco»
Trieste, il Pd attacca Polidori: «Errore negare urgenza a mozione revoca vicesindaco»

TRIESTE - Il gruppo del Partito democratico nel Consiglio comunale di Trieste ha presentato una mozione con la quale invita il sindaco Roberto Dipiazza a «revocare la delega di funzione precedentemente conferita al vicesindaco Polidori e attinente le materie relative a Polizia Locale, Sicurezza e Protezione Civile riassumendola alla propria diretta competenza». Così la capogruppo consiliare Fabiana Martini e la segretaria provinciale del Pd Laura Famulari, le quali rendono noto che il documento è stato sottoscritto anche da Maria Terese Bassa Poropat (Insieme per Trieste), Roberto De Gioia (Progetto Fvg), Sabrina Morena (Sel) e Elena Danielis (M5S).

L'attacco del Partito Democratico

Per la segretaria dem «quanto avvenuto deve trovare il suo legittimo luogo di confronto nell'aula del Consiglio comunale. E' un episodio che ha gettato un esponente dell'Amministrazione comunale di Trieste all'attenzione e alla riprovazione dell'opinione pubblica: è giusto che chi rappresenta i cittadini possa portare il suo giudizio in Aula e, se necessario, possa esprimersi attraverso il voto. E' stato un errore - sottolinea Famulari - la decisione presa in capigruppo dalla maggioranza non abbia voluto assegnare l'urgenza alla discussione della mozione, forse confidando che il tempo diluisca le impressioni negative». «Questa è un'occasione di discussione utile e costruttiva per la maggioranza e l'opposizione assieme - ha aggiunto Famulari – perciò, in occasione della seduta del prossimo Consiglio comunale, si terrà un sit-in di dialogo e testimonianza».