18 febbraio 2019
Aggiornato 13:30
Trieste

Latitante romena arrestata sul Carso: deve scontare 8 anni di carcere

La donna è stata sorpresa su un autobus di linea romeno: è colpevole di reati di associazione per delinquere, sfruttamento della prostituzione e favoreggiamento dell'immigrazione clandestina
Latitante romena arrestata sul Carso: deve scontare 8 anni di carcere
Latitante romena arrestata sul Carso: deve scontare 8 anni di carcere Polizia di Stato

TRIESTE - Stava rientrando in Italia la cittadina romena, F.C. di 49 anni, arrestata ieri mattina a Fernetti dagli agenti del Settore Polizia di Frontiera di Trieste. Dal 2014 era destinataria di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Trani in seguito alla condanna definitiva a otto anni di reclusione. La donna è stata riconosciuta - prima dal Tribunale Ordinario di Trani, poi dalla Corte d’Appello di Bari - colpevole dei reati di associazione per delinquere, sfruttamento della prostituzione, anche minorile, e favoreggiamento aggravato dell’immigrazione clandestina, reati, questi, commessi in concorso ad Andria.

L'arresto

Ora si trova nel carcere di via del Coroneo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. F.C. è stata identificata a bordo di un autobus di linea romeno che è stato fermato per un controllo durante le consuete attività di contrasto alla criminalità transfrontaliera. A queste attività ha partecipato anche il personale militare del Reggimento Piemonte Cavalleria di Trieste, che ormai da tre anni collabora con la Polizia di Frontiera nell’ambito dell’Operazione Strade Sicure.