18 febbraio 2019
Aggiornato 13:00
Sociale

Reddito cittadinanza, parla Da Giau: «Armonizzare con sostegno Fvg»

»Criticità attese dalla necessità di armonizzare il reddito di cittadinanza con il sostegno al reddito regionale (Mia)» spiega la consigliera regionale
Reddito cittadinanza, parla Da Giau: «Armonizzare con sostegno Fvg»
Reddito cittadinanza, parla Da Giau: «Armonizzare con sostegno Fvg» ANSA

TRIESTE - «È positivo che l'assessore Riccardi abbia fatte proprie le giuste preoccupazioni dell'assessore Rosolen, che anche noi abbiamo sottolineato nella nostra mozione, in merito alle criticità attese dalla necessità di armonizzare il reddito di cittadinanza con il sostegno al reddito regionale (Mia)». A dirlo è la consigliera regionale del Pd, Chiara Da Giau a margine della discussione sulla mozione presentata dal gruppo «Dare continuità alla misura attiva di sostegno al reddito (Mia)», conclusa con il ritiro, a fronte delle rassicurazioni fornite dalla Giunta.

Reddito di cittadinanza in Fvg

«È in circostanze come questa che emergono le difficoltà generate dall'asimmetria tra la maggioranza regionale e quella nazionale e le insofferenze evidenti da parte di chi dovrebbe rappresentare la parte moderata del centrodestra» evidenzia la consigliera Pd, Mariagrazia Santoro. Secondo l'esponente dem, «è tuttavia positivo l'impegno manifestato in Aula dall'assessore Riccardi a seguito del quale abbiamo ritirato la nostra mozione». Inoltre, ricorda Santoro, «non va dimenticato che la Mia, innanzitutto esiste perché una giunta di centrosinistra ha fatto la scelta politica di introdurla in Fvg, prima Regione in Italia. E va ancora ricordato che proprio il gruppo del Pd, per mesi si è battuto per far sì che questa misura proseguisse, in modo da dare continuità nel sostegno a migliaia di famiglie».

Da Giau: Approfondire gli eseti della MIA

La Giunta, sottolinea Da Giau, «ha colto la nostra indicazione di approfondire gli esiti della MIA e confrontare una misura che già vanta una positiva esperienza con l'intervento nazionale appena avviato. È infatti importante si possa salvaguardare il più possibile la platea di beneficiari che sono stati raggiunti dalla nostra misura».