18 febbraio 2019
Aggiornato 13:00
Gorizia

Spaccio si stupefacenti: un arresto e tre denunce

Nei guai due cittadini sloveni e due sorelle goriziane. Sequestrate eroina, cocaina, marjuana e psicofarmaci
Spaccio si stupefacenti: un arresto e tre denunce
Spaccio si stupefacenti: un arresto e tre denunce Carabinieri

GORIZIA - Nei giorni scorsi i carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Gorizia hanno arrestato una pusher e segnalato tre persone per detenzione di sostanze stupefacenti finalizzata allo spaccio e al consumo personale.

In particolare, sabato scorso, nel primo pomeriggio, il personale del Nucleo Operativo e Radiomobile notava in centro due uomini che, dopo aver avuto un breve scambio di battute e di un plico con una ragazza, si allontanavano a bordo di un’autovettura con targa slovena. I militari in abiti civili, quindi, iniziavano a pedinare l’auto, segnalandola alla pattuglia Radiomobile per un controllo. Poco dopo la stessa veniva intercettata identificando gli occupanti, due fratelli S.Z. 41enne e S.B. 51enne, residenti in Slovenia, e, a seguito della perquisizione del mezzo, venivano trovati in possesso di sette dosi di eroina per circa 3,5 grammi e di due dosi di cocaina, di quasi un grammo. Gli stessi avevano nella disponibilità anche due bilancini elettronici di precisione, altri oggetti idonei al consumo di sostanze stupefacenti e un coltellino a serramanico. Accompagnati in caserma in corso Verdi, si procedeva alla redazione degli atti di rito, ad approfondire le indagini e al sequestro della droga e degli oggetti citati.

Venivano, quindi, avviate immediate indagini al fine di individuare la provenienza dello stupefacente, che conducevano all’abitazione di due sorelle, domiciliate a Gorizia e già note per la loro appartenenza all’ambiente dello spaccio e dei tossicodipendenti. I militari dell’Arma procedevano quindi alla perquisizione dell’abitazione delle due sorelle, facendosi coadiuvare anche da un’unità cinofila antidroga del Comando provinciale della Guardia di Finanza di Gorizia. In casa, nella disponibilità di una delle due, K.E. 35enne, venivano rinvenuti 8 grammi circa di eroina, mezzo grammo di cocaina, circa 5 grammi di marjuana e 94 pastiglie di vari psicofarmaci compresi nelle tabelle delle sostanze stupefacenti, nonché tre bilancini elettronici di precisione e 1.470 euro in contanti, verosimile provento delle attività di spaccio dato che la stessa risulta disoccupata e ha già vari precedenti per lo stesso delitto. Nel corso della stessa perquisizione nella disponibilità dell’altra sorella, K.K. 35enne, venivano rinvenuti circa 30 grammi di marjuana e e un bilancino di precisione.

Anche le due sorelle, in serata, venivano dunque accompagnate negli uffici della Compagnia carabinieri di Gorizia: K.E. veniva tratta in arresto per cessione e detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio mentre la sorella K.K. e gli sloveni rintracciati nel pomeriggio venivano segnalati all’Autorità giudiziaria e alla locale Prefettura per la detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio e ai fini del consumo personale non terapeutico.