17 settembre 2019
Aggiornato 10:30
Via libera dalla giunta

La Regione interverrà per sostenere le famiglie nell'acquisto dei libri di testo

Per le scuole secondarie di primo grado la suddivisione dello stanziamento viene fatta calcolando 175 euro per alunno di prima classe e 100 euro per alunno delle classi seconda e terza
La Regione interverrà per sostenere le famiglie nell'acquisto dei libri di testo
La Regione interverrà per sostenere le famiglie nell'acquisto dei libri di testo Adobe Stock

TRIESTE - Anche nel prossimo scolastico 2019-2020 la Regione interverrà per sostenere le famiglie nell'acquisto dei libri di testo. La Giunta del Friuli Venezia Giulia, infatti, su proposta dell'assessore all'Istruzione, Alessia Rosolen, ha stabilito la misura di assegnazione dei contributi agli istituti del sistema scolastico regionale per i libri di testo, o altro materiale didattico digitale, che viene dato in comodato gratuito agli alunni iscritti alle scuole secondarie di primo grado e a quelli di primo e secondo anno della scuola secondaria di secondo grado.

Nel dettaglio, in base al numero di studenti nell'anno in corso, per le scuole secondarie di primo grado la suddivisione dello stanziamento viene fatta calcolando 175 euro per alunno di prima classe e 100 euro per alunno delle classi seconda e terza. Per quel che riguarda le scuole secondarie di secondo grado, sono 200 euro per alunno di prima classe e 125 per alunno di seconda. Nel caso il fondo disponibile fosse inferiore all'importo del fabbisogno complessivo, il contributo verrà proporzionalmente ridotto in misura uguale per tutte le istituzioni scolastiche.

Infine, l'esecutivo ha fissato nella misura massima del 15 per cento dello stanziamento a bilancio la quota da assegnare scuole per la copertura degli oneri di organizzazione e gestione del servizio di comodato gratuito dei libri di testo.