21 agosto 2019
Aggiornato 05:00
Monfalcone

Donato dalla Bcc di Staranzano e Villesse un nuovo macchinario per la cura delle patologie retiniche

Riccardi: "Un ottimo esempio di come la collaborazione tra pubblico e privato possa diventare un modello di lavoro capace di migliorare le prestazioni e ampliare la gamma dei servizi agli utenti"
Donato dalla Bcc di Staranzano e Villesse un nuovo macchinario per la cura delle patologie retiniche
Donato dalla Bcc di Staranzano e Villesse un nuovo macchinario per la cura delle patologie retiniche

MONFALCONE - «La donazione da parte della Banca di credito cooperativo di Staranzano e Villesse di un nuovo tipo di laser per il reparto di oculistica dell'ospedale San Polo di Monfalcone è un ottimo esempio di come la collaborazione tra pubblico e privato possa diventare un modello di lavoro capace di migliorare le prestazioni e ampliare la gamma dei servizi agli utenti».

Lo ha dichiarato il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, a margine della cerimonia di consegna alla struttura sanitaria monfalconese del nuovo Laser micropulsato 577 nanometri del valore di 75mila euro, acquistato dalla Bcc di Staranzano e Villesse. La tecnologia laser micropulsata consente di trattare le patologie retiniche di tipo degenerativo e vascolare, la più frequente delle quali è la retinopatia diabetica (una complicanza microvascolare che affligge più di un terzo dei diabetici), in modo efficace con una forte riduzione degli effetti collaterali. A Monfalcone vengono eseguite circa cinquecento procedure laser sulla retina all'anno e questo nuovo strumento consentirà di incrementare la terapia laser e di ridurre il numero di iniezioni intravitreali su pazienti diabetici, che risultano molto costose.

Una stima evidenzia che nel 2020 i costi diretti ed indiretti per la cura del diabete in Friuli Venezia Giulia saranno di circa 50 milioni di euro l'anno, 5 milioni dei quali destinati alla cura della sola retinopatia. Evitando il ricorso a farmaci molto costosi e riducendo i disagi per i pazienti il laser micropulsato, oltre a produrre agli indubbi vantaggi clinici, consente quindi un notevole risparmio di risorse. Evidenziando i vantaggi di questa nuova tecnologia, Riccardi ha ribadito «l'importanza della costruzione di una rete di alleanze tra pubblico e privato in ambito sanitario. Una delle sfide più importanti per il sistema della salute è trovare un equilibrio che consenta di rendere compatibili l'erogazione di prestazioni di qualità con il contenimento dei costi. In tale ottica, iniziative come quella della Bcc devono essere di stimolo per migliorare ulteriormente le nostre strutture attraverso interventi e azioni che devono produrre effetti misurabili». Il vicegovernatore ha rimarcato che «Quella legata all'ambito sanitario è una partita complessa perché la posta in gioco è la salute di cittadini. Oggi dobbiamo superare le liturgie che possono creare indecisioni ed effettuare scelte sulla base di parametri misurabili, che nel medio e lungo periodo garantiranno la tenuta del nostro servizio sanitario». Alla cerimonia erano presenti, oltre a Riccardi e al presidente della Bcc di Staranzano e Villesse, Carlo Antonio Feruglio, il sindaco di Monfalcone, Anna Maria Cisint, e il commissario della nuova azienda sanitaria Trieste-Gorizia, Antonio Poggiana.