24 agosto 2019
Aggiornato 22:30
Trieste

Inaugurato il traghetto merci «Ephesus Seaways»: è il più grande mai attraccato al porto

L'Assessore Roberti: «Il Fvg taglia un nuovo importante traguardo sulla via di un sempre più proficuo lavoro di riposizionamento del porto di Trieste al centro dello scacchiere geopolitico e commerciale internazionale»
Inaugurato il traghetto merci 'Ephesus Seaways' il più grade mai attraccato al porto
Inaugurato il traghetto merci 'Ephesus Seaways' il più grade mai attraccato al porto Regione Friuli Venezia Giulia

TRIESTE - «Il Friuli Venezia Giulia taglia oggi un nuovo importante traguardo sulla via di un sempre più proficuo lavoro di riposizionamento del porto di Trieste al centro dello scacchiere geopolitico e commerciale internazionale». Lo ha dichiarato l'assessore regionale Pierpaolo Roberti, intervenendo all'inaugurazione della «Ro/Ro Ephesus Seaways» presso il terminal Samer & Co. Shipping di Riva Traiana a Trieste.

L'evento

Presenti, oltre al padrone di casa Enrico Samer e a Jens Peder Nielsen della società armatrice Dfds, il sindaco Roberto Dipiazza, il presidente della Camera di commercio della Venezia Giulia Antonio Paoletti e il dirigente dell'Autorità di sistema portuale del mare Adriatico Orientale Antonio Gurrieri. «Spesso guardiamo al futuro immaginandolo come qualcosa di intangibile; oggi invece - ha proseguito l'assessore - abbiamo sotto gli occhi viva testimonianza di quanto il lavoro e gli investimenti riescano a trasformare i migliori auspici in concreta realtà».

La dichiarazione

«In queste giornate di intenso dibattito sulla 'Belt and Road Initiative', che hanno avuto il merito di portare il nome di Trieste sulle labbra dei leader delle principali potenze mondiali, non dobbiamo tuttavia dimenticare gli importanti progetti già in essere, penso in primo luogo alle autostrade del mare, che garantiscono ossigeno allo sviluppo economico dell'intero territorio regionale».

«La cerimonia a bordo della Ephesus Seaways - ha concluso Roberti - è dunque un tassello fondamentale nel mosaico che, figlio della proficua collaborazione tra pubblico e privato, assegna al Friuli Venezia Giulia l'invidiabile primato di snodo commerciale e logistico a livello nazionale e di crocevia dei mercati su scala mondiale».