21 agosto 2019
Aggiornato 13:00
Sport

Pallacanestro, Trieste cade sul campo della Dolomiti Energia Trentino

L'Alma lotta fino alla fine, ma cede nell'ultimo periodo, buona prova degli americani che però non bastano ad evitare la sconfitta
Pallacanestro, Trieste cade sul campo della Dolomiti Energia Trentino
Pallacanestro, Trieste cade sul campo della Dolomiti Energia Trentino

TRIESTE - Lotta fino alla fine, ma cede nell'ultimo periodo l’Alma Pallacanestro Trieste alla BLM Group Arena. Sul campo della Dolomiti Energia Trentino perde: 82 - 75, in un match che ha messo sul piatto grande fisicità da ambo le parti.

La partita

Trieste parte con il quintetto formato da Wright, Sanders, Strautins, Da Ros e Knox mentre risponde Buscaglia con Craft, Marble, Gomes, Pascolo e Hogue. L’inizio vede le due formazioni in equilibrio nel punteggio, poi la Dolomiti Energia cerca una fuga con due triple di Craft ed un 'fallo e vale' di Hogue: 12 - 6 per i locali, ma la tripla di Sanders interrompe il break. L’Alma può contare su uno strepitoso Justin Knox (7/9 da due, 1/1 ai liberi, 6 rimbalzi), che fattura 11 punti e 4 rimbalzi nel solo primo quarto, prima di uscire per due falli: l’apporto del lungo Usa dà il vantaggio all’Alma sul 19 - 21, poi nel finale è Mosley che regala spettacolo e, con una schiacciata volante e due liberi a due decimi dalla fine, tiene Trieste a contatto.

Il secondo periodo

Nel secondo periodo, apre Marble con una schiacciata (28 - 25), ma l’Alma è sempre lì: Cavaliero alza la parabola e ridà il vantaggio ai biancorossi, poi una sequela di falli mandano in panchina per terza penalità sia Peric che Cavaliero. La Dolomiti Energia cerca di mettersi a difesa a zona, ma subito Fernandez la 'buca' con una bomba (31 - 32): si continua a giocare in grande equilibrio, con gli americani protagonisti da una parte e dall’altra. Sanders ha un 'flash' da cinque punti di fila, mentre Craft (3/4 da due, 2/4 da tre, 7 rimbalzi, 4 assist, 4 falli subiti) e Sanders si scambiano cortesie in penetrazione, fissando il 40 - 39 del 20’.

La ripresa

In apertura di ripresa arriva subito un 5 - 0 per i locali: sembra il momento migliore per i bianconeri, con la schiacciata di 'Beto' Gomes che dà il +8 a Trento (49 - 41). Risponde ancora Justin Knox, che però commette il suo terzo fallo e deve uscire: Dragic tiene in rotta di galleggiamento l’Alma, ma il vero protagonista è l’ex dell’incontro Jamarr Sanders (1/2 da due, 6/10 nelle bombe, 2/2 ai liberi, 5 rimbalzi), che con tre bombe (insieme a una di Peric) origina il parziale di 4 - 14 che spinge avanti di cinque lunghezze i biancorossi, alla sirena del trentesimo.

La caduta

L’inizio dell’ultimo periodo è però traumatico per Trieste: Trento inanella un 9 - 0 con Flaccadori e Mian protagonisti. Il digiuno è spezzato da un canestro in giro e tiro di Da Ros, che dà il meno due, ma ancora la coppia Mian - Flaccadori allontana la Dolomiti Energia: 75 - 68 e coach Dalmasson chiama time out a 4’38’’ dalla fine. Sanders regala ancora speranze ai biancorossi con la bomba del 75 - 71 ma uno sfondamento fischiato a Knox e la tripla dall’angolo di Hogue (5/7 da due, 1/1 da tre, 4/9 ai liberi, 7 falli subiti, 6 rimbalzi) danno il vantaggio definitivo ad una Trento che vince 82 - 75.