24 agosto 2019
Aggiornato 22:00
Trieste

Fvg-Austria, Pizzimenti: «Le celebrazioni per il Porto franco occasione per l'economia»

Antonio Paoletti:"E' un appuntamento particolarmente importante, in cui le imprese avviano o perfezionano collaborazioni e investimenti che porteranno affari e occupazione nei due territori"
Fvg-Austria, Pizzimenti:"Le celebrazioni per il porto franco sono state un'occasione per l'economia"
Fvg-Austria, Pizzimenti:"Le celebrazioni per il porto franco sono state un'occasione per l'economia" Regione Friuli Venezia Giulia

TRIESTE - «La celebrazione dei trecento anni di fondazione del porto franco di Trieste non sono solo l'occasione per celebrare un passaggio fondamentale per lo sviluppo del capoluogo regionale, ma anche un momento di rafforzamento delle relazioni commerciali tra aziende del Friuli Venezia Giulia e quelle austriache». Lo ha detto l'assessore regionale alle Infrastrutture e trasporti, Graziano Pizzimenti, all'avvio degli incontri business to business organizzati nella sala Maggiore della Camera di commercio delle Venezia Giulia, ai quali hanno partecipato una sessantina di imprese italiane e austriache. Pizzimenti ha spiegato che «Nel consolidamento dei rapporti tra le aziende regionali e quelle austriache un ruolo strategico sarà giocato dalle infrastrutture logistiche e di trasporto, sulle quali la Regione sta investendo in maniera considerevole. Dobbiamo, infatti, garantire a chi insedia la propria azienda nella nostra regione e a chi commercia con le imprese locali, la possibilità di movimentare le merci in maniera veloce e sicura».

L'interscambio Italia-Austria

Complessivamente gli incontri fissati nell'arco del pomeriggio sono stati centoventi e l'iniziativa organizzata da Aries-Camera di commercio Venezia Giulia, Advantage Austria con la collaborazione del Consolato onorario della Repubblica d'Austria per il Friuli Venezia Giusta e il supporto di Öbb-Ferrovie austriache, ha rappresentato quindi un importante momento di confronto tra imprenditori per la creazione di occasioni di business, anche alla luce delle nuove opportunità create dalla portualità e dalla logistica regionale. Il presidente della Camera di commercio della Venezia Giulia, Antonio Paoletti, ha evidenziato che quello di questo pomeriggio "E' un appuntamento particolarmente importante, in cui le imprese avviano o perfezionano collaborazioni e investimenti che porteranno affari e occupazione nei due territori. Oggi l'incremento dei traffici portuali è direttamente proporzionale allo sviluppo del contesto retroportuale, identificato sia in spazi sia in servizi, ed è questa direzione che, come Camera, abbiamo fortemente sostenuto l'espansione dell'Interporto di Trieste e il suo allargamento funzionale alle realtà regionale per creare un sistema logistico di livello regionale che possa competere con quelli europei e consentire a Trieste e al suo porto di essere riferimento fondamentale per il tradizionale bacino di riferimento». L'interscambio Italia-Austria è cresciuto nel corso del 2018 del 5,6%, sfiorando quasi i 20 miliardi di euro, con un buon bilanciamento tra importazioni ed esportazioni, segnato da leggera prevalenza dell'export italiano verso l'Austria (+6,7% nel 2018 rispetto all'anno precedente). Secondo i dati dell'ente camerale, dal punto di vista dei rapporti economici e d'interscambio tra Fvg e Austria, il 2018 ha fatto registrate una bilancia commerciale di circa 1,3 miliardi di euro, supportata da un'ottima performance delle esportazioni del Friuli Venezia Giulia verso l'Austria, con un aumento di circa 92 milioni di euro (pari ad un incremento del 12% rispetto al 2017).