25 giugno 2019
Aggiornato 11:30
Trieste

Rubava le mance dei dipendenti, arrestata una quarantenne serba

La donna era dipendente di una ditta di pulizie ed è colpevole di aver sottratto denaro ad un esercizio pubblico situato in zona viale XX settembre
Rubava le mance dei dipendenti, arrestata una quarantenne serba
Rubava le mance dei dipendenti, arrestata una quarantenne serba Diario di Trieste

TRIESTE - La Polizia di Stato ha deferito per furto alla Procura della Repubblica di Trieste una cittadina serba quarantenne, dipendente di una ditta di pulizie, colpevole di aver sottratto denaro dall’esercizio pubblico, situato in zona viale XX settembre, presso cui lavorava.

In particolare, la scorsa settimana il titolare del locale ha sporto una querela presso il commissariato di San Sabba, riferendo di aver notato che, a partire da gennaio dell’anno in corso, periodicamente risultavano mancare dei soldi dal barattolo delle mance dei dipendenti.

L’uomo pertanto, quotidianamente alla chiusura dell’esercizio, contava i soldi contenuti nel barattolo, per poi reinserirli, appurando con certezza che in tre occasioni era avvenuta la sottrazione di piccole somme, pari a: 28, 31 e 41 euro. L’esercente ha notato inoltre che tutti e tre gli episodi delittuosi erano avvenuti nei giorni in cui l’indagata prestava servizio. Pertanto, il giorno successivo alla presentazione della querela, gli investigatori del presidio di polizia, dopo aver fotocopiato il denaro contenuto all’interno del barattolo, hanno effettuato un mirato servizio di appostamento e notando la donna entrare nel locale per svolgere le sue ordinarie mansioni. All’uscita dall’esercizio pubblico, gli operatori hanno fermato la signora e, all’esito di una perquisizione personale, le hanno rinvenuto in dosso circa cinquanta euro in contanti, corrispondenti alla valuta precedentemente acquisita in copia.