23 aprile 2019
Aggiornato 16:00
Trieste

Al via sabato 6 aprile la rassegna musicale 'Concerti al Castello'

Il primo appuntamento, per soprano e clavicembalo, avrà come protagonista la musica e la poesia delle corti rinascimentali italiane
Al via sabato 6 aprile la rassegna musicale 'Concerti al Castello'
Al via sabato 6 aprile la rassegna musicale 'Concerti al Castello'

TRIESTE - Sabato 6 aprile alle 19.30, avverrà l'inaugurazione al castello di Miramare dell'edizione 2019 della rassegna musicale 'Concerti al Castello', a cura dell'Associazione Culturale Arte e Musica.

L'appuntamento 

Il primo concerto, per soprano e clavicembalo, con un percorso tra musica e poesia nelle corti rinascimentali italiane, s'intitola 'Da Leonardo a Orfeo: Poesia e Musica nelle Corti italiane fra ‘500 e ‘600'. Pare che Leonardo da Vinci (1452-1519) fosse un musicista di 'rara' abilità, nonché valido poeta, compositore e cantante. I biografi ci dicono che suonasse e insegnasse la lira, nobile strumento che nel mito classico era prerogativa di Orfeo e della musa Erato. Leonardo fu anche un eccellente uomo di lettere, tant’è che la sua prosa è giudicata tra le migliori del Rinascimento italiano poiché lontana da retorica e artificio, ricca di colore e di concisione, perfettamente aderente al reale.

I protagonisti

Gli esecutori saranno Silvia Martinelli, soprano e voce recitante e Andrea Trovato al clavicembalo, con musiche di Marenzio, Cavazzoni, Gabrieli, Peri, Frescobaldi, Cesti, Diruta L'ingresso all'evento è gratuito. La partecipazione è a offerta libera, a favore del restauro del fortepiano di Carlotta, esposto nel percorso museale del Castello. Le donazioni saranno raccolte all'ingresso del Castello in fase di accoglienza del pubblico. Considerata la limitata capienza della sala del Trono  (80 posti), è obbligatoria la prenotazione, che verrà confermata, a questo indirizzo mail eventi.miramare@beniculturali.it per un massimo di quattro posti ciascuno, fino a esaurimento dei posti disponibili. In considerazione dell'elevato numero di richieste di partecipazione che si ricevono normalmente, si prega di comunicare per tempo eventuali defezioni, in modo tale da poter ridistribuire i posti resi disponibili.