22 ottobre 2019
Aggiornato 21:30
Sport

Pallacanestro: si ferma a cinque la striscia positiva di Trieste, ko contro Brindisi

La squadra giuliana cede sotto i colpi di uno strepitoso Riccardo Moraschini autore di una prestazione da trenta punti
Pallacanestro: si ferma a cinque la striscia positiva di Trieste, ko contro Brindisi
Pallacanestro: si ferma a cinque la striscia positiva di Trieste, ko contro Brindisi

TRIESTE - Non ce la fa la Pallacanestro Trieste in quel di Brindisi: si ferma a cinque la striscia positiva della squadra di Eugenio Dalmasson, che perde 85 - 77 al PalaPentassuglia, cadendo sotto i colpi di uno strepitoso Riccardo Moraschini, autore di una prestazione da 30 punti con 5/7 da due, 4/9 nelle bombe, 8/8 ai liberi, 9 falli subiti e 7 rimbalzi.

L'inizio 

Trieste parte con Wright, Sanders, Dragic, Da Ros e Knox: dall’altra parte risponde Brindisi con Banks, Chappell, Moraschini, Brown e Gaffney. Tanti errori nei primi minuti per ambo le squadre: Da Ros ha un buon impatto e, oltre ai rimbalzi, piazza anche cinque punti di fila per il 4 - 11 che costringe Vitucci al time out (4’49’’). La sospensione fa bene ai pugliesi, che inseriscono Rush ed aprono un parziale di 10 - 0, firmato dallo stesso Rush e da Moraschini: Dragic da sotto interrompe il momento difficile di Trieste, che poi pareggia con un canestro di Da Ros su assist di Sanders, prima dei due liberi di Banks (3/9 dal campo, 5/5 in lunetta, 7 assist, 6 falli subiti, 5 rimbalzi) che chiudono il primo periodo sul 18 - 16.

Il secondo quarto

Nella seconda frazione, Brindisi si porta sul +6 con Brown e Clark, poi una bomba di Sanders e un semigancio di Peric riportano i biancorossi a contatto. Il croato e Fernandez tengono alta l’intensità di Trieste, ma si scatena «Ricky» Moraschini: l’esterno di Vitucci colpisce sia da fuori che in penetrazione e, dopo una schiacciata di Mosley, piazza la bomba del 34 - 30. Trieste, però, non si perde d’animo e risponde con uno 0 - 7 concretizzato da Zoran Dragic: +3 biancorosso, ma allo scadere è ancora Rush a fare male, con la bomba del pareggio a quota 37.

La ripresa

A inizio ripresa, Sanders inizia con un intercetto e schiacciata solitaria (37 - 39), poi Justin Knox è importante per l’attacco di Trieste: dall’altra parte, però, Moraschini e Brown originano un 6 - 0 Happy Casa interrotto da due liberi di Sanders. Mosley (5/5 da due, 1/2 ai liberi, 9 rimbalzi e 5 schiacciate in 23 minuti) è bravo a prendere l’ascensore per due volte, schiacciando al volo palloni brucianti per la difesa pugliese: Trieste, però, non ha fatto i conti con un Moraschini scatenato e con un fallo antisportivo fischiato a Fernandez a 6’’ dalla sirena, che costa due liberi di Clark e una penetrazione allo scadere di Banks, per il 63 - 53 locale.

Il finale

L’ultimo periodo si apre con una bomba di Cavaliero ed un’altra schiacciata di Mosley: quando Wright segna da sotto su assist di Dragic, Trieste dimezza lo svantaggio (65 - 60). Brindisi chiama time out, ma non serve, perché i biancorossi si avvicinano: Mosley affonda nuovamente il 67 - 65, ma un canestro fondamentale di Zanelli da due fa respirare i pugliesi. Le realizzazioni decisive sono di Moraschini: il classe ’91 mette dentro cinque punti di fila per il 74 - 65, vantaggio determinante perchè il team di Dalmasson, nonostante gli ultimi tentativi a firma Da Ros e Sanders, non riesce più a recuperare. Vince Brindisi 85 - 77, nel tripudio del PalaPentassuglia: ora, la testa va subito alla sfida di domenica 5, in casa con Sassari.