20 agosto 2019
Aggiornato 15:30
Trieste

Al via le iscrizioni per partecipare alla 51esima edizione della Barcolana

Quest'anno vi è un massimo di iscritti fissato a 2.700 barche
Al via le iscrizioni per partecipare alla 51esima edizione della Barcolana
Al via le iscrizioni per partecipare alla 51esima edizione della Barcolana

TRIESTE - Barcolana 51 presented by Generali è ai nastri di partenza. Nella mattina del 21 maggio, con un notevole anticipo rispetto alle precedenti edizioni, si sono aperte le iscrizioni online all’evento, in programma domenica 13 ottobre 2019, preceduto da una settimana di manifestazioni collegate a terra e in mare, che renderanno Trieste protagonista da venerdì 4 ottobre. Al via anche le Barcolana Experience, i pacchetti turistici dedicati al pubblico di Barcolana, prenotabili sempre online su www.barcolana.it.

L'evento

Dopo il grande successo dell’edizione del Cinquantesimo e il riconoscimento come 'the largest sailing race in the world' da parte del Guinness dei primati, Barcolana aggiunge un '+1' all’edizione 50, che punta a parlare di mare e ambiente, e a riunire tutti gli appassionati di vela a Trieste, la città che diventa capitale internazionale della vela, con un indotto, generato dall’evento, che supera i 70 milioni di euro, come certificato dallo studio indipendente pubblicato a febbraio. Grazie alla scelta di una testimonial d’eccezione, la velista oceanica inglese Dee Caffari, in Barcolana la sostenibilità ambientale sarà in primo piano anche in questa edizione, che vede anche un nuovo partner tecnico. Presented by Generali, che da Main Sponsor acquisisce il ruolo di presenting sponsor in virtù di un contratto triennale di partnership, Barcolana dà il benvenuto a bordo a North Sails: il prestigioso marchio di abbigliamento made in Italy - con cui Barcolana condivide la sostenibilità e la volontà di internazionalizzazione - firmerà la polo ufficiale e la collezione Barcolana per le edizioni 51 e 52.

Gli iscritti

Barcolana 51 punta alla qualità: dopo l’eccezionale aumento di iscritti in due anni (si è passati da 1.758 barche partecipanti nel 2016 alle 2.689 del 2018, con una variazione di 931 imbarcazioni, per oltre 5 mila persone in mare in più) gli organizzatori hanno reso noto che la Capitaneria di Porto ha suggerito di fissare per un anno il tetto massimo di iscritti a 2.700 barche.«Non cerchiamo nuovi record - ha spiegato il presidente Gialuz - quest’anno abbiamo bisogno di assorbire la grande crescita delle edizioni 49 e 50 per garantire a tutti ormeggio, divertimento e sicurezza». Una scelta che tiene in conto anche della sostenibilità dell’evento in mare, dopo il necessario allargamento della linea di partenza effettuato nel 2018 per 'far stare' tutte le barche al via. Sul fronte della promozione, intanto, Barcolana è ai nastri di partenza: a giugno verrà presentato a Milano e Londra il manifesto della 51esima edizione realizzato in partnership con illy. Barcolana e illy assieme firmeranno anche una nuova edizione di Barcolana Chef, sempre più ambiziosa in termini di coinvolgimento di chef stellati e di pubblico. 

Il testimonial

Per la prima volta Barcolana vedrà come sua testimonial la velista da record Dee Caffari, prima donna ad aver navigato in solitario intorno al mondo, a favore e contro vento, e skipper di 'Turn the Tide on Plastic' nella Volvo Ocean Race 2017/2018. Barcolana ha scelto Dee per il suo impegno nei confronti della sostenibilità ambientale, per la sua passione genuina e perché rappresenta un modello da seguire per le giovani donne, dimostrando che lo sport della vela è fonte di molte opportunità di crescita personale. «Siamo fieri di annunciare che Dee Caffari si unirà a noi per la Barcolana 51 - ha dichiarato il Presidente della Barcolana Mitja Gialuz - In quanto velista da record, Dee può promuovere la consapevolezza su temi ambientali e agire concretamente per salvaguardare i nostri oceani. Siamo entusiasti che Dee partecipi alla Barcolana, dove sarà portatrice dei valori che ci accomunano: amicizia, passione per la vela, per gli oceani puliti e spirito sportivo.» «Sono stata fortunata - ha commentato Dee Caffari - ad avere la velista triestina Francesca Clapcich nell’equipaggio dell’ultima Volvo Ocean Race. Avevo sentito parlare di questo evento ma è stata «Frankie» a farmi conoscere la Barcolana e non vedo l’ora di partecipare a questa manifestazione con vero spirito sportivo. Il mio obiettivo nel corso della Barcolana sarà quello di aumentare la consapevolezza ambientale e ispirare le nuove generazioni, sensibilizzare sul tema sia la comunità velica sia gli amanti dell’oceano in generale. Voglio anche aumentare l’attenzione sul tema dell’inquinamento oceanico causato dalle plastiche a tutti coloro che parteciperanno alla Barcolana. So che lo scorso anno sono stati fatti notevoli progressi sul tema, ma rimane molto da fare per salvare i nostri oceani e ridurre l’utilizzo delle plastiche monouso nella nostra quotidianità è un passo fondamentale verso questo obiettivo. 'Ispirazione' è un altro concetto chiave. Credo che la vela abbia molto da offrire alle veliste e spero che partecipare alla Barcolana mi permetterà di condividere le mie esperienze e ispirare le donne a fare questo sport.» 

Le Barcolana Experience con Musement

Dopo il grande successo in occasione della Barcolana 50, si conferma la partnership con Musement, il player turistico che assiste l’organizzazione per far sì che anche il pubblico a terra possa vivere l’evento in maniera unica. Con l’avvio delle iscrizioni, infatti, parte anche Barcolana Experience, il servizio di prenotazione online che permette ai turisti di scegliere il proprio modo di vivere la Barcolana: a bordo di una motonave per seguire da vicino l’evento, o festeggiando il sabato sera con una cena in golfo per seguire Barcolana by Night e vedere i fuochi d’artificio dal mare. I pacchetti turistici, realizzati anche con la partnership di Civado, sono acquistabili da subito, direttamente online. «La ricerca che abbiamo commissionato al prof. Guerzoni dell’Università Bocconi di Milano - ha commentato Gialuz - ha dimostrato in modo oggettivo come tutto il sistema turistico triestino e regionale benefici della Barcolana, ben più della Barcolana stessa. I numeri sono ormai noti: sono oltre 40 i milioni di euro spesi sul territorio, che generano un valore complessivo che supera i 70 milioni di euro, senza contare il ritorno di immagine. La nostra partnership con Musement quest’anno si attiva in grande anticipo rispetto alle precedenti edizioni, perché puntiamo a intercettare la curiosità dei turisti, rendendo ancora maggiore l’appeal della Barcolana, in particolare per un pubblico straniero».

La 'Barcolana in Città' 

Anche quest’anno, per coinvolgere tutta la città nella progettazione degli eventi collegati alla Barcolana, verrà realizzato un bando aperto alle realtà del territorio. Gli eventi candidati, una volta scelti da una commissione tecnica presieduta dal presidente della Barcolana Mitja Gialuz, potranno utilizzare il marchio Barcolana e saranno inseriti nel calendario ufficiale di Barcolana 51 in città. Le candidature dovranno pervenire entro il 30 giugno compilando il bando online, pubblicato sul sito www.barcolana.it alla voce 'Candida il tuo evento'.