16 giugno 2019
Aggiornato 21:00
Trieste

Polizia di Frontiera: consegnate due note di compiacimento

I due Poliziotti si sono distinti nelle operazioni di arresto di tre cittadini maghrebini, attualmente detenuti nelle carceri slovene
Polizia di Frontiera: consegnate due note di compiacimento
Polizia di Frontiera: consegnate due note di compiacimento

TRIESTE - Una nota di compiacimento è stata consegnata nella mattinata del 24 maggio, all’ex valico di Skofije, a due operatori del Settore Polizia di Frontiera di Trieste da parte del direttore della Direzione di Polizia slovena di Capodistria, Danimir Rebec. Si tratta del Sovrintendente Capo Erik Husu e dell’Agente Marco Gessa, il cui supporto operativo è stato determinante per il rintraccio dei tre cittadini maghrebini, attualmente detenuti nelle carceri slovene, che come noto lo scorso 8 maggio avevano sequestrato un cittadino sloveno, rubandogli l’autovettura per raggiungere l’Italia.

La collaborazione

A suggellare l’ottima collaborazione tra le forze di polizia dei due Paesi - entrambi interessati dal flusso migratorio proveniente dalla rotta balcanica – vi è stata la consegna del riconoscimento da parte della polizia slovena ai colleghi della Polizia di Stato italiana. La breve cerimonia si è svolta alla presenza del dirigente del Settore Polizia di Frontiera di Trieste, Giuseppe Colasanto, del suo Vice, il sostituto commissario coordinatore Graziano Iacovich, e del dirigente del settore Polizia di Frontiera di Capodistria, Viljem Toskan. Rebec ha annunciato che i due operatori della Polizia di Frontiera italiana saranno ufficialmente premiati il prossimo anno in occasione della festa della polizia slovena.