24 agosto 2019
Aggiornato 20:00
La cerimonia

2 Giugno, Serracchiani: «La Repubblica va protetta da chi la vorrebbe più debole»

«Siamo qui perché vogliamo dimostrare che il Pd ha un altissimo rispetto per le istituzioni»
2 Giugno, Serracchiani: «La Repubblica va protetta da chi la vorrebbe più debole»
2 Giugno, Serracchiani: «La Repubblica va protetta da chi la vorrebbe più debole» Regione Friuli Venezia Giulia

FOGLIANO REDIPUGLIA - «Abbiamo conquistato un bene fondamentale e rischiamo di vederlo deturpato: oggi più che mai la Repubblica è da proteggere, contro chi vorrebbe più deboli le sue Istituzioni democratiche e snaturato il suo ruolo internazionale». Lo ha affermato la deputata del Pd Debora Serracchiani, presente al sacrario di Redipuglia assieme alla senatrice dem Tatjana Rojc per le solenni cerimonie in occasione del 2 giugno. 

«Siamo qui - ha spiegato Serracchiani - perché vogliamo dimostrare che il Pd ha un altissimo rispetto per le istituzioni e per i valori fondativi della nostra Repubblica, tra cui vi sono il principio di rappresentanza e il bilanciamento dei poteri. La voce del popolo non è quella di chi urla più forte, così come la democrazia non è la dittatura della maggioranza». 

«È un momento difficile per le nostra Forze Armate - ha aggiunto Rojc, che è componente della commissione Difesa al Senato - maltrattate proprio dal ministro che dovrebbe tutelarle. Non solo dei tagli alle risorse, il Governo è anche responsabile di un atteggiamento che umilia i militari, persone che giurano di difendere la Patria a costo della vita. Anziché uno strumento di difesa moderno ed efficiente - conclude Rojc - i nostri soldati sono considerati dal Governo una specie di polizia di serie B per riempire i buchi d'organico delle Forze dell'ordine. E questa è una follia».