25 agosto 2019
Aggiornato 03:30
Trieste

Regione Fvg, approvato l'assestamento di bilancio

Per il presidente Fedriga "sono stati stanziati fondi per interventi concreti". Scettica l'opposizione
Regione Fvg, approvato l'assestamento di bilancio
Regione Fvg, approvato l'assestamento di bilancio

TRIESTE - Con 25 voti favorevoli di Lega, Progetto Fvg/Ar, FI, FdI, 11 astensioni (Pd, Ssk, Cittadini, Patto per l'Autonomia) e il voto contrario di Open-Sinistra Fvg, l'Aula ha approvato l'assestamento di bilancio per gli anni 2019-2021, mentre il M5S, come annunciato nelle dichiarazioni di voto, non ha partecipato alla votazione. Prima del voto sono stati accolti 55 dei 57 ordini del giorno presentati.

Le parole del presidente Fedriga

«Con l'assestamento di bilancio vengono messi a disposizione dei cittadini, delle imprese, egli enti locali del Friuli Venezia ulteriori 40,42 milioni di euro, di cui 4,96 di spesa corrente e 35,46 per investimenti, che portano così i fondi stanziati a 165,8 milioni di euro totali, quindi 125 in più rispetto al 2018. Grazie alla cessione delle quote del Trieste Airport in possesso della Regione è stato infatti possibile inserire nella manovra finanziaria ulteriori 10,8 milioni di euro a favore degli investimenti sul territorio». Lo ha dichiarato il governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, dopo l'approvazione da parte del Consiglio regionale dell'assestamento di bilancio 2019 con il quale sono stati aggiunti a quelli già previsti i seguenti stanziamenti: 10 milioni per il Fondo di rotazione agricola; 6 milioni per la riqualificazione architettonica; 5 milioni per l'ambiente; 4,37 milioni per attività produttive (1,31 milioni per spese correnti e 3,06 milioni per investimenti); 3 milioni a Friulia per le aziende in crisi; 3 milioni per l'installazione di sistemi di video sorveglianza nelle scuole dell'infanzia e nelle case di riposo; 3 milioni per politiche attive del lavoro; 1,6 milioni per le attrezzature scolastiche; 1,5 milioni per lo sviluppo della portualità e delle logistica; un milione per gli adeguamenti antincendio nelle scuole; 1,45 milioni a Fvg Strade per la sicurezza stradale e il personale; 300mila euro per il Fondo diocesi e 200mila euro per l'Ersa. Fedriga ha evidenziato che «sono stati stanziati fondi per interventi concreti, a partire dai 3 milioni di euro destinati a Friulia per sostenere le imprese in crisi ed ai 6 milioni per l'edilizia e la riqualificazione dei centri storici dei Comuni. Ingenti risorse sono state destinate alla sicurezza con l'installazione della video sorveglianza negli asili nido e nelle strutture per anziani, a tutela delle fasce più deboli della popolazione. Con l'emendamento 'Bibbiano' puntiamo, inoltre, a garantire alle famiglie che in Friuli Venezia Giulia non si possano verificare fatti drammatici come quelli dell'Emilia Romagna, che hanno visto distrutte le vite di bambini, padri e madri».

I numeri della manovra

Le singole direzioni hanno quindi a disposizione le seguenti somme: 30,78 milioni di euro per la salute e le politiche sociali; 29,33 milioni per le risorse agricole (+10,2 milioni); 23,07 milioni per le infrastrutture (+10,25 milioni); 21,71 milioni per le autonomie locali e logistica (+3 milioni); 19,07 milioni per le attività produttive (+4,37 milioni); 15,78 milioni per lavoro, formazione e istruzione (+4,6 milioni); 12,26 milioni per l'ambiente (+5 milioni); 8,15 milioni per finanze e patrimonio (+3 milioni); 4,3 milioni per cultura e sport; 750mila euro per la funzione pubblica e 600mila euro per l'avvocatura della Regione.

I dubbi dell'opposizione

«Su questo assestamento ci asteniamo perché c’è una mole di denaro importante e una continuità con una serie di provvedimenti e leggi già esistenti che confermano la bontà di quanto fatto in precedenza. Ma resta il tema degli emendamenti che arrivano in Aula all’ultimo istante, su argomenti importanti e che avrebbero bisogno di un confronto. Questo sistema ci impedisce qualsiasi margine di interlocuzione. Ci troviamo difronte a monologhi della giunta, privati della possibilità di affrontare in maniera seria e trasparente le singole questioni». Lo ha detto il capogruppo del Pd, Sergio Bolzonello. Critico anche Furio Honsell di Open-Sinistra Fvg: "Questo ricchissimo assestamento non produrrà effetti concreti, tutte queste risorse sono distribuite a pioggia: vi sono anche 200mila euro a favore di un Convegno di bioetica. Ci limitiamo a segnalare che già con un decimo di quella cifra si può fare un convegno piuttosto ricco».