22 ottobre 2019
Aggiornato 20:30
Lavoro

Ferriera, lavoratori e sindacati in presidio: «Urgente incontro con la proprietà»

Chiediamo un incontro in cui ci vengano illustrati il piano industriale e gli strumenti che la proprietà intende mettere in campo per scongiuraregli esuberi
Ferriera di Trieste
Ferriera di Trieste ANSA

TRIESTE - Un incontro «urgente» con la proprietà della Ferriera di Trieste. E' quanto hanno chiesto Fim, Fiom e Uim, durante un'assemblea con i lavoratori nello stabilimento di Siderurgica Triestina-Gruppo Arvedi. L'assemblea era stata convocata dopo che la proprietà aveva manifestato «ufficialmente» alla Regione Fvg la disponibilità a discutere il superamento dell'area a caldo. Un processo che secondo i sindacati mette a rischio «circa 500 posti di lavoro, tra dipendenti e indotto», tutte persone tra «i 45-50 anni, con 20-30 anni di impiego nella siderurgia». I lavoratori si sono quindi riuniti in presidio davanti allo scalo legnami, dove è arrivato anche l'assessore regionale al Lavoro, Alessia Rosolen.

Urgente incontro con la proprietà

Successivamente il sit in si è spostato sotto la direzione: «Il direttore dello stabilimento ci ha riferito - afferma il segretario provinciale della Fiom, Marco Relli - che Giovanni Arvedi è disposto a riceverci a Cremona. Auspichiamo che l'appuntamento possa essere fissato la prossima settimana».