22 ottobre 2019
Aggiornato 22:00
Gorizia

Evasione fiscale e riciclaggio: nei guai un 80enne e la sua compagna

L’ ottantenne si sarebbe avvalso di società «schermo» estere per far perdere le proprie tracce e trasferire il denaro prima in Croazia e poi in Slovenia
Auto della Guardia di Finanza
Auto della Guardia di Finanza ANSA

GORIZIA - Un pensionato di 80 anni di Gorizia e la sua giovane compagna sono stati denunciati dalla Polizia Economico Finanziaria della Guardia di Finanza del capoluogo isontino per evasione fiscale internazionale ed emissione di fatture false. Il pensionato svolgeva il ruolo di negoziatore internazionale completamente sconosciuto al Fisco.

Utilizzate società «schermo»

L'uomo, avvalendosi di consulenti elvetici, è riuscito negli anni ad accumulare notevoli somme di denaro, non versando nelle casse dello Stato italiano Irpef per circa un milione di euro. L'ottantenne si sarebbe avvalso di società «schermo» estere per far perdere le proprie tracce e trasferire il denaro prima in Croazia e poi in Slovenia, servendosi di una società «off shore» registrata in un paradiso fiscale.

Denunciato a piede libero

Inoltre l'insospettabile pensionato è stato denunciato a piede libero anche per autoriciclaggio e attribuzione fraudolenta di valori per oltre due milioni di euro, avendo reinvestito la ricchezza occultata al fisco in altre attività economiche estere.