16 ottobre 2019
Aggiornato 07:00
Gorizia

Omicidio stradale per la bimba morta, avvocato di Gorizia finisce agli arresti domiciliari

Un avvocato di Gorizia nonché presidente della Pro Gorizia è stato posto agli arresti domiciliari per il reato di omicidio stradale
Interno di un'ambulanza
Interno di un'ambulanza ANSA

GORIZIA - Un avvocato di Gorizia è stato posto agli arresti domiciliari per il reato di omicidio stradale, contestatogli in seguito a un incidente in cui è rimasta vittima una bimba di quattro mesi. Lo pubblica il Messaggero Veneto. Secondo quanto riportato dal quotidiano, all'avvocato, noto a Gorizia, sarebbe stata notificata una misura precautelare perché sabato sera mentre era alla guida di un'auto ha tamponato lungo la A34 una monovolume. Nell'incidente è morta una bimba, di nazionalità bengalese, residente a Monfalcone.

Misura precautelare dell'arresto facoltativo

Il quotidiano cita il procuratore capo Massimo Lia, che ha emesso il provvedimento «nell'immediatezza» dell'incidente stradale. Secondo la ricostruzione, sarebbe stato lo stesso legale, subito dopo l'incidente, ad allertare i soccorsi. Il provvedimento sarebbe una misura precautelare dell'arresto facoltativo in flagranza di reato conseguente all'imputazione di omicidio stradale, e deve essere convalidato dal Gip entro 96 ore. La bambina viaggiava con padre, madre e fratellino di 7 anni.