16 ottobre 2019
Aggiornato 06:30
Enti locali

Autonomia, Spitaleri: «Riorientare priorità in base a programmazione Ue»

Lo afferma Salvatore Spitaleri, membro della Commissione paritetica Stato-Regione Fvg: «Rendere proficua la collaborazione con il Governo attuale»
Il palazzo della Regione a Trieste
Il palazzo della Regione a Trieste ANSA

TRIESTE - «Nell'interlocuzione con lo Stato, la Regione ha l'occasione di di chiedere e offrire collaborazione su tavoli delicati, dalla Ferriera alle crisi industriali di tutta la regione, individuando nel tema del 'New green deal' un banco di prova per una specialità di sviluppo. In questa fase di rilancio del dialogo, la Commissione paritetica è uno strumento istituzionale a disposizione di interessi condivisi». Lo afferma Salvatore Spitaleri, membro della Commissione paritetica Stato-Regione Fvg, alla luce dell'incontro dei presidenti delle Regioni con il ministro per gli Affari Regionali, Francesco Boccia, svoltosi oggi presso la Conferenza delle Regioni.

Rendere proficua la collaborazione con il Governo

«Il Parlamento europeo – spiega Spitaleri - ha fissato il contributo dell'Ue per gli obiettivi climatici a un minimo del 25% della spesa del Quadro finanziario pluriennale (QFP). Si apre un nuovo terreno di sviluppo e di avvio di quell'economia circolare che da nicchia può diventare vera e propria fonte di lavoro. In quest'ottica la Regione Fvg ha interesse a rendere proficua la collaborazione con il governo centrale».