1 dicembre 2020
Aggiornato 22:30
Trieste | Viabilità

Riaperta al traffico da questa notte via Ginnastica

In completamento in queste ore i lavori di riqualificazione delle reti realizzati da AcegasApsAmga, in coordinamento con il comune di Trieste, in via Ginnastica

TRIESTE - Si stanno svolgendo in queste ore le ultime attività AcegasApsAmga propedeutiche alla riapertura di via Ginnastica nell’arco di questa sera, venerdì 27 settembre. La multiutility ha infatti completato la prima fase dei lavori di riqualificazione di via Ginnastica nel tratto di circa 125 metri compreso tra via Brunner e via Timeus. Si è trattato di un’importante e fondamentale opera di sostituzione delle vetuste condotte, che permette così di riconsegnare ai cittadini una rete gas più sicura e una migliore continuità del servizio. La multiutility ha inoltro provveduto alla sostituzione urgente di un tratto di rete gas all’incrocio con via Brunner, inizialmente prevista in una delle prossime fasi del progetto, rispettando comunque il cronoprogramma concordato con l’amministrazione comunale e riuscendo così a riaprire la strada entro questa notte.

Le prossime fasi del progetto che coinvolge l’arteria triestina riprenderanno la prossima estate. Al fine di ottimizzare e migliorare il servizio, i lavori hanno visto inoltre la riqualificazione delle reti idriche ed elettriche, contestualmente alla riqualificazione della rete gas, nel medesimo tratto coinvolto. Per una migliore riuscita di tali lavori, oltre al prezioso contribuito del Comune di Trieste, è risultato indispensabile anche l’appoggio dei cittadini.

Un ampio progetto per la rete gas triestina

La rete gas triestina, vecchia di quasi un secolo, necessita di ammodernamenti per rispondere alla normativa vigente, ma soprattutto per garantire la sicurezza dei cittadini. Nello speci­fico i lavori interessano le condotte restanti in ghisa grigia, un materiale che non garantisce la medesima sicurezza di materiali più moderni e innovativi. AcegasApsAmga sta quindi procedendo alla totale sostituzione dei tratti rimasti con tubazioni in un nuovo materiale, il polietilene ad alta densità, che garantisce il giusto livello di sicurezza. Ad oggi mancano circa 40 km di rete da riquali­ficare che, in alcuni casi, sono situati in aree cittadine le cui caratteristiche stradali risultano più complesse per la gestione dei cantieri, come ad esempio via Ginnastica.