8 dicembre 2019
Aggiornato 03:30
Il 4 e il 5 un convegno

Gorizia: arriva la mappa della città per i ragazzi

L’assessore Romano: «Un’occasione di confronto con le altre città del FVG e la Slovenia»
Gorizia: arriva la mappa della città per i ragazzi
Gorizia: arriva la mappa della città per i ragazzi Ufficio Stampa

GORIZIA - La prima mappa della città consultabile da bambini e ragazzi dove saranno evidenziati tutti i luoghi pubblici da frequentare, dai parchi alle biblioteche con una particolare attenzione ai siti storici, come il Castello. Uno strumento innovativo e prezioso, che sarà presentato durante la due giorni che si svolgerà a Gorizia, nel museo di Santa Chiara, trasformato per l’occasione in un palazzo tutto dedicato ai bambini. Una vetrina per presentare i tanti e qualificati servizi cittadini, ma in cui si darà vita anche a un confronto con altre realtà della regione e della vicina Slovenia.

L’EVENTO - L’appuntamento è per venerdì 4 e sabato 5 ottobre, giorni in cui si svilupperà l’evento Raccontare attraverso: servizi, immagini e storie che rappresenterà anche un’occasione di condivisione e di confronto, per attivare lo scambio di buone pratiche con le analoghe realtà d’oltreconfine e con i capoluoghi della nostra regione. La due giorni si aprirà con una giornata di formazione, per addetti ai lavori ma aperta a tutti gli interessati, per proseguire con un convegno che culminerà nella presentazione dell’innovativa mappa della città. Vi prenderanno parte prestigiosi relatori in rappresentanza dei capoluoghi regionali e delle realtà d’oltreconfine, alla presenza anche dell’assessore regionale a Lavoro, Formazione e Istruzione Alessia Rosolen, in modo da conoscere i rispettivi servizi e da confrontarsi. Ma nel Museo di Santa Chiara non si parlerà solo di bambini ma ci saranno iniziative per i più piccoli e per le famiglie: due mostre fotografiche e di ritratti, letture per bimbi in italiano e sloveno, mostra mercato di libri a cura delle librerie cittadine, tutto nel Museo di Santa Chiara. Inoltre in Castello sarà proposto uno spettacolo teatrale con cantastorie e giocolieri. «Per l’infanzia e l’adolescenza Gorizia offre servizi che sono vere e proprie eccellenze, per cui ambiamo a diventare un luogo in cui fare un focus ogni anno. L’appuntamento di questo fine settimana, che coinvolgerà anche la Slovenia, sarà l’anno zero. La nostra aspettativa è di poterci allargare ulteriormente, anche grazie all’Anci, in modo che le nostre buone pratiche possano essere fatte proprie anche dalle comunità limitrofe», ha rimarcato il sindaco, Rodolfo Ziberna. «Gorizia vuol essere sempre più una città a dimensione di bambino e famiglia - evidenzia l’assessore ai sevizi educativi, Silvana Romano- e siamo molto orgogliosi dei servizi che vengono erogati in questo importante settore, che riteniamo davvero un fiore all’occhiello. Con questa iniziativa vogliamo accendere i riflettori su questo mondo di cui si parla sempre troppo poco, allargando il confronto ad altre realtà». Presenti alla conferenza stampa anche gli assessori alla Cultura, Fabrizio Oreti, alle Pari Opportunità, Marilena Bernobich, all’Istruzione, Ferdinando De Sarno e al Bilancio, Dario Obizzi, dal momento che alla base dei servizi educativi e per l’infanzia vi è un lavoro inter assessorati. Assente giustificato l’assessore al Verde pubblico, Francesco Del Sordi.

SERVIZI EDUCATIVI - Sono centinaia, ogni giorno, i fruitori dei vari servizi educativi del Comune di Gorizia rivolti ai bambini e ai ragazzi tra gli zero e i 16 anni, ha spiegato Maura Clementi, dirigente del settore Welfare del Comune. Basta pensare che ogni giorno al Lenassi si recano almeno 200 bambini, con una settantina per la Ludoteca 0-6 e lo spazio Dimensione 0-6, un centinaio per la Ludoteca 6-12, circa 150 per la Biblioteca ragazzi, una sessantina per il doposcuola. Una platea variegata e complessa, non solo sul fronte della fascia d’età, per la quale sono pensate e proposte iniziative e attività calibrate e al passo con i tempi, in modo da soddisfare le diverse esigenze.

IL CONVEGNO - I lavori sabato 5 ottobre saranno aperti alle 8.45, dopo la registrazione dei partecipanti, dalla dirigente del settore Welfare del Comune di Gorizia, Maura Clementi, e dalla referente per il Gect Tea Podobnik. Seguiranno alle 9.30 gli interventi del sindaco di Gorizia, Rodolfo Ziberna, e del primo cittadino di Sempeter Vrtojba, Milan Turk. A seguire prenderanno la parola, coordinate da Luca Agostinetto dell’Università di Padova, Elisa Asia Battaglia, assessore comunale all’Istruzione di Udine, Eleonora Carletti, dirigente scolastico dell’Istituto comprensivo Gorizia 1, e l’assessore regionale al Lavoro, Formazione e Istruzione, Alessia Rosolen. Alle 10.30 ci sarà una pausa con una «merenda tradizionale» a cura del Servizio di ristorazione scolastica, offerta dalla Camst. Alle 10.50 comincerà la carrellata di interventi sulle buone prassi dei territori: parleranno Chiara Zidari, del Servizio Scuola Educazione del Comune di Trieste, Paolo Munini e Claudia Mauro del Ludobus del Comune di Udine, Carlotta Galli del Settore Politiche sociali del Comune di Pordenone, Jelena Vukmir del percorso di supporto al ruolo genitoriale del Mladinski Center di Nova Gorica, Ksenija Usaj, responsabile dei Servizi educativi del Comune di Sempeter Vrtojba, Pierpaolo Pischiutta, del Servizio Verde pubblico del Comune di Gorizia, Rosalba Terpin e Fabiana Murgia del Servizio delle Attività educative e scolastiche del Comune di Gorizia, Silvia Contino, coordinatore pedagogico Coop Duemilauno, e Cristina Visintini, del Servizio Attività educative e scolastiche del Comune di Gorizia. I lavori saranno chiusi alle 13.30, con la distribuzione della Mappa dei luoghi pubblici cittadini rivolti a bambini e famiglie, come aree gioco, parchi attrezzati, ludoteche e biblioteche. Per iscrizioni al convegno e giornata formativa consultare il sito www.educareagorizia.2001agsoc.it, a cura di Duemilauno Agenzia Sociale.

LETTURE E INCONTRI - Venerdì 4 ottobre, dalle 15 alle 17, al primo piano del Museo di Santa Chiara i bambini fino a sei anni, insieme ai genitori, potranno partecipare alle Letture a bassa voce promosse grazie alle lettrici volontarie del progetto «Nati per leggere». Dalle 16.30 alle 18.30 di venerdì ci sarà invece l’appuntamento conclusivo del percorso di formazione per educatori e insegnanti svolto nei servizi comunali nel corso dell’anno educativo 2018/2019. Dopo l’introduzione di Silvia Contino, coordinatore pedagogico della Coop Duemilauno, interverranno Manuela Cecotti e Rossana Dalla Stella. Sabato, dalle 10 alle 12, sarà proposto Leggere dappertutto, letture in sloveno e italiano a cura delle educatrici e insegnanti dei Servizi educativi, con postazioni diversificate per i bimbi dai sei mesi ai sei anni d’età. Inoltre nella due giorni saranno presenti le Librerie Faidutti e Voltapagina, con materiale selezionato, mentre la Ubik allestirà una vetrina a tema.

ESPOSIZIONI E PRESENTAZIONI - Due le mostre che saranno allestite nel Museo di Santa Chiara e che saranno visitabili venerdì e sabato. Al primo piano «Documentare per comunicare nei servizi 0-6», al secondo «Autoritratti, ritratti e selfie», con le immagini degli alunni delle scuole primarie cittadine Ungaretti, Pecorini e Fumagalli. Alle 16.30 di sabato sarà presentata la seconda edizione del gioco educativo «Surprise me/Sorprendimi», realizzato nell’ambito del progetto europeo Inedu, curato nella sua versione italiana dall’Isig. Il gioco sarà donato alle scuole dell’infanzia del territorio. Ne parleranno Michela Cecotti, presidente dell’Isig, e Romana Velea, ricercatrice dello stesso istituto.

VISITARE IL CASTELLO - Sabato 5 ottobre, dalle 17 alle 19, a corredo dell’evento, sarà possibile visitare il Castello di Gorizia per conoscerne la storia e i personaggi che vi hanno vissuto. A impersonare cantastorie, giocolieri e musici sarà il Molino Rosenkratz. La visita è consigliata ai bambini dai sei anni in su accompagnati. L’ingresso sarà libero.