16 dicembre 2019
Aggiornato 12:00
Cultura

Mostre: il 15 novembre prima esposizione su Gillo Dorfles

Promossa dall'Associazione Culturale Gillo Dorfles di Milano, è la prima che è stata allestita dalla scomparsa dell'intellettuale e artista
Gillo Dorfles
Gillo Dorfles ANSA

TRIESTE - «Il segno rivelatore di Gillo». E' il titolo della mostra artistico-documentaria presentata alla Biblioteca statale Stelio Crise, ideata e curata da Marianna Accerboni, e che sarà inaugurata domani con una performance di luce e musica. La mostra, promossa dall'Associazione Culturale Gillo Dorfles di Milano, è la prima che è stata allestita dalla scomparsa dell'intellettuale e artista, avvenuta il 2 marzo 2018 a Milano.

Molti inediti

In esposizione si trovano vari inediti, tra cui lettere autografe del '46 inviate da Letizia Fonda Savio, figlia di Svevo, e dalla sorella Dora al direttore de La Lettura in polemica con un articolo di Gillo; 5 lettere autografe uscite dai cassetti di casa Dorfles del pittore triestino Arturo Nathana Gillo, datate 1928, '29 e '30, che invitava Dorfles a una critica «prudente» e ancora riviste come L'Italia Letteraria del 1930 con i primi articoli di critica di Gillo, riflessioni sulla moda austriaca, italiana e americana e i suoi libri, una trentina, quasi tutti in edizione originale.