16 dicembre 2019
Aggiornato 11:30
Finanze

Edilizia sanitaria Fvg, Barbara Zilli: «Richiesti 42 milioni allo Stato»

A darne notizia l'assessore regionale alle Finanze al termine della riunione della Conferenza delle Regioni svoltasi a Roma
Interno di ospedale
Interno di ospedale ANSA

TRIESTE - Quarantadue milioni di euro da destinare ad interventi di edilizia sanitaria ed ammodernamento tecnologico delle strutture. A tanto ammonta lo stanziamento che il Friuli Venezia Giulia ha chiesto di avocare a se' nel riparto dei complessivi 2 miliardi di euro che il Ministero dovrebbe dedicare alle Regioni nell'ambito della legge di stabilità del 2020. A darne notizia è l'assessore regionale alle Finanze Barbara Zilli al termine della riunione della Conferenza delle Regioni svoltasi a Roma. Nel corso dell'incontro, i rappresentanti degli enti territoriali seduti al tavolo di confronto sono riusciti a negoziare un incremento del plafond che lo Stato metterà a loro disposizione, grazie al confronto intercorso tra le parti.

«Per il Friuli Venezia Giulia - spiega l'esponente dell'esecutivo Fedriga - il risultato è stato doppio; da un lato infatti, grazie al lavoro compiuto insieme ai colleghi della Sardegna, siamo riusciti ad ottenere che anche le Regioni a statuto speciale possano rientrare, da subito, all'interno della tabella con la quale il Governo ripartirà i fondi destinati all'ammodernamento delle strutture sanitarie. L'anno scorso, invece, la distribuzione delle risorse era diventata una certezza solo a seguito di una apposita delibera del Cipe approvata nel mese di luglio. In secondo luogo abbiamo negoziato una cifra che, per il Friuli Venezia Giulia, ammonterà a complessivi 42 milioni di euro. Ora le Regioni hanno predisposto un emendamento per inserire direttamente nel corpo della legge di bilancio il riparto delle risorse, al fine di una migliore programmazione degli interventi».

«Questi 42 milioni di euro - conclude Zilli - vanno a sommarsi agli altri 80 milioni destinati sempre al comparto sanitario che il Governatore Fedriga aveva ottenuto dal Governo lo scorso mese di febbraio. Allora, con il Ministro delle Finanze Giovanni Tria, venne sottoscritto l'accordo tra lo Stato e la Regione Friuli Venezia Giulia, ridefinendo i rapporti finanziari complessivi in materia di finanza pubblica».