3 giugno 2020
Aggiornato 02:30
Agricoltura

Programma sviluppo rurale: già superato obiettivo N+3 2019

La soddisfazione dell'Assessore, Stefano Zannier: «Un traguardo che possiamo sottolineare con un certo orgoglio dal momento che il 2019 si prospettava come un anno abbastanza duro»
Programma sviluppo rurale: già superato obiettivo N+3 2019
Programma sviluppo rurale: già superato obiettivo N+3 2019 ANSA

TRIESTE - «Un risultato che non era scontato, anche se, grazie all'ottima performance dello scorso anno, nel 2019 siamo partiti con un buon vantaggio. Sapevamo comunque di avere di fronte un anno difficile, ma abbiamo raggiunto l'obiettivo». Lo ha affermato oggi l'assessore regionale alle Risorse agroalimentari, forestali, ittiche e alla Montagna Stefano Zannier commentando l'ufficialità di una comunicazione accolta dalla Regione con grande soddisfazione: il Programma di sviluppo rurale del Friuli Venezia Giulia 2014-2020 ha raggiunto e superato il livello di spesa «N+3» (la regola che valuta l'efficienza di attuazione del Psr) per il 2019. Agea (Agenzia per le erogazioni in agricoltura), con il decreto 305 del 21 novembre scorso, ha certificato questo risultato e ad oggi la spesa pubblica complessiva del Psr ammonta a circa 115 milioni di euro (+5 milioni di euro circa rispetto alla soglia N+3) e l'avanzamento finanziario si assesta al 39%.

«Un traguardo che possiamo sottolineare con un certo orgoglio - ha proseguito Zannier - dal momento che il 2019 si prospettava come un anno abbastanza duro, con un potenziale volume di spesa piuttosto limitato, dovuto allo stato di avanzamento ancora iniziale degli investimenti».

Solo nell'ultimo mese, a seguito dell'istruttoria regionale, sono state autorizzate al pagamento ben 260 domande per un importo complessivo di 7,4 milioni di euro (cui si aggiungono i pagamenti con istruttoria automatizzata di Agea sulle superfici, pari a circa 1 milione di euro per 342 domande). «Numeri - ha commentato l'assessore regionale - che ci hanno consentito di raggiungere la soglia dell'N+3 con oltre un mese di anticipo rispetto alla scadenza del 31 dicembre».

Anche il capo unità della Commissione europea Filip Busz, in occasione della riunione bilaterale di riesame sul Programma tenutasi recentemente a Trieste, ha espresso grande apprezzamento per il raggiungimento della soglia N+3 e in generale per i risultati conseguiti nell'attuazione del Programma. «Precisando che di solito non indulge in complimenti, perché raggiungere gli obiettivi è dovuto - ha concluso Zannier -, il funzionario della Commissione ha tuttavia riconosciuto che gli apprezzamenti in questo caso sono proprio meritati, data la situazione in cui il Psr FVG si trovava qualche tempo fa».