23 settembre 2020
Aggiornato 02:00
Territorio

Pizzimenti: «L'intervento a Grignano darà modo di rilanciare e sviluppare il porto turistico»

L'assessore alle Infrastrutture Graziano Pizzimenti: «L'intervento complessivo della Regione per il porto di Grignano prevede una spesa di 4,5 milioni di euro»

TRIESTE - La Giunta regionale, su proposta dell'assessore alle Infrastrutture Graziano Pizzimenti, ha approvato l'aggiornamento del progetto preliminare e di fattibilità tecnica ed economica dei lavori di sistemazione del comprensorio del porto di Grignano in Comune di Trieste. L'aggiornamento si è reso necessario dopo l'analisi approfondita della situazione da parte dei tecnici della Regione, al fine di poter avviare i lavori di sistemazione dell'area demaniale marittima statale dal dissesto provocato dallo sviluppo delle radici dei pini marittimi che mette a rischio il traffico veicolare e pedonale.

«L'intervento complessivo della Regione per il porto di Grignano - ricorda Pizzimenti - prevede una spesa di 4,5 milioni di euro, e contempla la completa riqualificazione del porto ed è funzionale anche a una nuova fruibilità del Castello di Miramare e del suo parco che si trovano nell'area soprastante la struttura portuale: il progetto di riqualificazione prevede infatti la realizzazione di un ascensore panoramico, che in futuro rappresenterà l'accesso principale al Castello».

«L'intervento - conclude Pizzimenti - darà modo di rilanciare e sviluppare il porto turistico, ma anche il Castello di Miramare e il suo parco, perché metterà a disposizione dei visitatori un accesso più agevole e l'ampia area adibita a parcheggio esistente a Grignano che sarà sistemata».

Oggetto principale dell'aggiornamento del progetto preliminare, l'area si trova alle spalle del porto di Grignano ed è adibita a uso pubblico come parcheggio e viabilità di collegamento alle realtà istituzionali e imprenditoriali presenti, comprese le concessioni demaniali marittime a uso turistico ricreative e a uso diportistico.